Comer in lotta, uno spiraglio dopo l’incontro tra Matteo Storchi e la sindaca di Cavriago

19/6/2020 – Vertenza Comer: l’azienda sarebbe disposta a “soluzioni condivise con i lavoratori“. Lo ha detto l’amministratore delegato Matteo Storchi alla sindaca di Cavriago Francesca Bedogni, nel corso di un incontro questa mattina nella sede del gruppo meccatronico a Reggiolo.

Alla Comer di Corte Tegge è in corso una battaglia sindacale, guidata da Fiom e Uilm, senza precedenti per durezza almeno nell’ultimo decennio, con sessanta ore di scioperi e presidi a ripetizione contro la chiusura dello stabilimento e il trasferimento in blocco dei 150 dipendenti a Reggiolo: una prospettiva che a molti lavoratori non lascerebbe altra alternativa che il licenziamento, pur nei tempi molto difficili del post-Covid.

francesca Bedogni

“E’ stato un lungo colloquio, durato quasi due ore, durante il quale l’impresa mi ha presentato il suo piano industriale, un piano molto complesso ed articolato – ha dichiarato Bedogni – Come sindaca ho cercato di capire le ragioni che hanno portato l’azienda a valutare la chiusura dello stabilimento di Cavriago, di rappresentare le esigenze del territorio, che sono molteplici a partire da quelle dei lavoratori. Ho inoltre manifestato alla proprietà la speranza di poter evitare che un’impresa così importante vada via da Cavriago”.

“Si è trattato quindi di un incontro molto denso -si legge in una nota del comune di Cavriago –  durante il quale Bedogni ha colto in particolare l’intenzione, anche della proprietà, di cercare di avviare una trattativa più costruttiva. In particolare Storchi e la sindaca hanno parlato a lungo dei lavoratori, delle loro preoccupazioni e del loro disagio reale di fronte alla decisione di  trasferirli a Reggiolo”.

“L’azienda si è detta consapevole di questo – chiosa Francesca Bedogni -. Ci siamo trovati perciò a condividere la necessità di superare le posizioni di conflitto che si sono create in questi giorni affinché questa vertenza possa svolgersi in un contesto meno teso, in modo da trovare soluzioni condivise con i lavoratori”. 

Conclude la sindaca: “Auspico davvero che si arrivi a una soluzione il meno impattante possibile. Continuerò a seguire con grande attenzione, passo a passo, l’evolversi della situazione”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.