Brescello, scritte contro la fondazione Don Camillo e Peppone : denunciato imbrattatore di 65 anni

20/6/2020 – Un uomo di 65 anni è stato denunciato dai carabinieri per le scritte contro la fondazione di Brescello vergate con la vernice spray bianca nella notte tra giovedì e venerdi. Lo hanno immortalato i filmati del sistema di video sorveglianza comunale, e con queste prove è stato denunciato dai militari della stazione di Brescello per deturpamento e imbrattamento di cose altrui.

Le scritte sono apparse sulla porta d’accesso del museo Guareschi di via Cavallotti (misteriosa sigla “sgh“) e  sul cancello d’ingresso della scuola di musica sempre di via Cavallotti (“falliti – A – fondazione” con la A cerchiata del simbolo anarchico). Un cerchio a spray è invece comparso davanti alla statua di Peppone in piazza Matteotti: evidentemente l’autore non ha avuto il tempo di completare l’opera.

Museo Guareschi, scuola di musica e statue in piazza sono gestite dalla fondazione “Paese di Don Camillo e Peppone” di Brescello.

Il presunto imprattatore, peraltro, non sarebbe nuovo a raid del genere, visto che nel 2016 era stato denunciato per le scritte realizzate nottetempo sull’asfalto davanti al muncipio, e rivolte ai tre commissari che gestivano il comune sciolto per infiltrazioni mafiose.

La prima scritta riportava la frase ‘Prefetti perfetti svegliatevi e la seconda, appara il giorno successivo ‘Lasciate ogni speranza a voi che entrate’, sempre con le A cerchiate.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.