Aemilia, via al nuovo processo d’appello all’avvocato Pagliani: “Chiarimenti importanti”
Prima sfilata di testi: Cataliotti, Sarzi Amadè, Berselli e l’ing. Salerno

27/6/2020 – Ha preso il via a Bologna il nuovo processo d’appello bis all’avvocato Giuseppe Pagliani, già capogruppo di Forza Italia a Reggio Emilia, a seguito dell’annullamento in Cassazione della condanna a quattro anni subita nel’abbreviato del processo Aemilia per l’accusa, ritenuta infamante e sempre fermamente respinta dall’avvocato di Arceto, di concorso esterno in associazione mafiosa .

La corte di Bologna aveva ribaltato l’ assoluzione piena ottenuta da Pagliani nel primo grado del rito abbreviato, ma – come detto – tale sentenza era stata annullata per vizi insuperabili dalla Suprema Corte, col rinvio a una diversa sezione dell’appello, perchè il collegio giudicante non aveva ottemperato all’obbligo di riassunzione delle “prove dichiarative”.

L’udienza si è svolta ieri nella aula Bachelet in piazza dei Tribunali, sempre in abbreviato e a porte chiuse, con una prima escussione dei testi: ascoltati e interrogati gli avvocati reggiani Caterina Arcuri, Liborio Cataliotti, Antonio Sarzi Amadè e Cristian Immovilli, oltre all’ex parlamentare Filippo Berselli e l’ingegner Salvatore Salerno. Invece non è intervenuta per un impedimento l’ex prefetto Antonella De Miro, che sarà ascoltata il 24 luglio. “Siamo soddisfatti – ha commentato il difensore di Pagliani, l’avvocato Alessandro Sivelli – perchè sono stati dati chiarimenti importanti che confermano la nostra tesi difensiva”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.