2 giugno, alzabandiera e onorificenze ei tempi del Covid
Mattarella all’Altare della Patria, ma senza parata
VIDEO: le Frecce Tricolori su Roma

NEL VIDEO: IL PASSAGGIO DELLE FRECCE TRICOLORI QUESTA MATTINA SUL CIELO DIROMA

2/6/2020 – Anche a Reggio la 74 ma Festa della Repubblica viene celebrata con le restrizioni dovute alle regole anti- coronavirus.

Alle 10 in piazza dellaVittoria è in programma l’alzabandiera alla presenza delle autorità. Dopo la lettura del messaggio del Presidente della repubblica, parleranno il sindaco vecchi e il presidente della provincia Zanni (carica, quest’ultima, ormai poco più che onorifica). Lettura del messaggio del presidente della Repubblica. Allocuzioni, del sindaco di Reggio, del presidente della provincia e indirizzi di saluto del prefetto Maria Forte.

Sempre in mattinata, alle 1,30, in Prefettura saranno consegnate le onorificenze al Merito della Repubblica Italiana, presenti i soli nuovi insigniti.

Sono l’architetto Gianni Boeri (Ufficiale), Marinella Pedone (Ufficiale), e i neo cavalieri Salvatore Arcieti, andrea caroli, gianni Munari,. domenico

Cavalieri Salvatore Arcieri, Andrea Caroli, Gianni Munari, Domenico Cafeo e Roberto Cibiroli.

Dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, apertura di Sala del tricolore e del Museo del Tricolore.

Tutti i presenti dovranno indossare la mascherina e rispettare il distanziamento fisico di almeno un metro.

Il presidente Mattarella

MATTARELLA ALL’ALTARE DELLA PATRIA

ROMA 2/6/2020 Cerimonia all’altare della Patria, ma senza la tradizionale parata, per le massime cariche dello Stato in occasione della Festa della Repubblica. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il premier Giuseppe Conte, i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico e Maria Elisabetta Casellati si sono recati all’Altare della Patria per rendere omaggio alla festa del 2 giugno. Presente anche la presidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia. A causa dell’emergenza Covid è stata una cerimonia con pochi presenti quella di quest’anno: decine di curiosi sono rimasti ad assistere al passaggio delle Frecce Tricolori all’inizio di piazza Venezia, all’incrocio con via del Corso, salutando Mattarella al passaggio del corteo di auto presidenziali.

Il 2 giugno sia una giornata per riflettere “sui valori fondativi repubblicani”. E’ quanto auspica il presidente Sergio Mattarella in occasione in un messaggio ai prefetti italiani. 

“Nell’anniversario della fondazione della Repubblica rivolgo a voi – e, per il vostro tramite, agli amministratori locali e a tutti coloro che ricoprono pubbliche funzioni – l’augurio più sincero affinché questa data sia occasione per una rinnovata riflessione sui valori fondativi repubblicani”, scrive Mattarella.

“Le dimensioni e la gravità della crisi, l’impatto che essa ha avuto su ogni aspetto della vita quotidiana, il dolore che ha pervaso le comunità colpite, hanno richiesto a tutti uno sforzo straordinario, anche sul piano emotivo. L’eccezionalità della situazione ha determinato difficoltà mai sperimentate nella storia della Repubblica, ponendo a tutti i livelli di governo una continua domanda di unità, responsabilità e coesione”. 

 “Il senso di responsabilità e le doti di resilienza che hanno animato le comunità nei momenti più drammatici della crisi vanno ora trasposti in un impegno comune verso gli obiettivi del definitivo superamento dell’emergenza e di una solida e duratura ripresa”, ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella ricordando che “la crisi non è terminata e tanto le Istituzioni quanto i Cittadini dovranno ancora confrontarsi a lungo con le sue conseguenze”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *