Spacciatore sedicenne aggredisce i carabinieri e spacca lo smartphone per coprire il cliente

 6/5/2020 – I carabinieri del radiomobile di Reggio Emilia hanno preso e denunciato un giovanissimo spacciatore di soli 16 anni. Lo hanno preso in castagna mentre era in bicicletta via Luca da Reggio, in fondo a viale Olimpia: alla vista dei carabinieri si è avvicinato ai cassonetti dei rifiuti e ha gettato via un involucro, poi recuperato dalla pattuglia. Mentre era in corso l’identificazione, il telefono del ragazzino continuava a squillare: aquanto pare era un cliente che aspettava la droga. Quando i carabinieri hanno cercato di controllare lo smartphone, il sedicenne li ha aggrediti, è riuscito a riprendersi il telefonino e lo ha scagliato a terra mandandolo in frantumi, riuscendo così a non far individuare il cliente. Il pusher imberbe aveva anche una sessantina di euro, ritenuti provento dello spaccio. E’ stato riaffidato ai genitori, non prima di venire denunciato alla procura del tribunale dei minorenni di Bologna con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *