L’assessora Valeria Montanari si è dimessa per una “scelta di vita”
Il grazie del sindaco Vecchi, che per ora non nomina il sostituto

11/5/2020 – L’assessora ai Lavori pubblici del comune di Reggio Emilia Valeria Montanari si è dimessa dall’incarico: lo annunciano il sindaco Luca Vecchi e la stessa Montanari in una nota congiunta. Nota diramata quando era in corso la seduta del Consiglio comunale: i consiglieri non sono stati avvertiti dal primo cittadino e neppure dal presidente di Sala del Tricolore, ma hanno appreso la notizia dai media, e ciò ha provocato anche reazioni negative. Anche perchè – ha scritto su Facebook la consigliera di Alleanza Civica Cinzia Rubertelli– “il sindaco ha riferito in consiglio solo dopo una mia insistente e decisa richiesta. Perchè non si sentiva in dovere di riferire al consiglio? Il mare e in tempesgta- constata Rubertelli – C’è chi lascia e il Sindaco non relazione circa alcun passaggio di consegne, prende tempo”.

Nel comunicato ai media, le dimissioni vengono spiegate con ragioni “personali e professionali”, quindi per scelte riguardanti la vita privata.

Valeria Montanari lascia dopo sei anni consecutivi in Giunta. In questo secondo mandato, oltre ai Lavori pubblici, Vecchi le aveva assegnto le deleghe a Città collaborativa, Cura dei quartieri, Trasformazione digitale, Innovazione tecnologica e Attuazione del programma. Deleghe che “per il momento” il sindaco ha deciso di tenere in capo a sè “dandomi il tempo nelle prossime settimane – ha fatto sapere – di individuare le soluzioni migliori non solo a riconfermare, ma anzi ad implementare il lavoro che l’assessora Montanari aveva avviato in questa consigliatura”. Parole che confermano indirettamente come la decisione delle dimissioni sia arrivata improvvisa.

Il sindaco parla di “scelta di vita”, che evidentemente prevale sulle ragioni professionali. Una scelta che non le permette di restare in questa Giunta, dove ha lavorato con dedizione e nella quale deteneva la delega più importante, quella dei Lavori pubblici. Montanari comunque non andrà lontano da Reggio: secondo voci che si rincorrono dal pomeriggio, rilanciate dall’agenzia Dire, per lei sarebbe pronto l’incarico di Capo di gabinetto dell’assessore all’agricoltura Alessio Mammi, col quale Montanari aveva collaborato strettamente al comune di Scandiano.

Valeria Montanari alla presentazione del Coviolo Wireless

“L’assessora Montanari ha compiuto una scelta di vita e professionale che la porterà a lavorare altrove – scrive dunque Luca Vecchi nel suo ringraziamento non formale all’assessora dimissionaria – Una scelta verso la quale nutro profondo rispetto, e non di meno mi rammarica non poter più avere al mio fianco una persona che stimo personalmente, politicamente e professionalmente”.

“Voglio esprimere a Valeria la grande considerazione e l’affetto profondo a nome mio personale e di tutta l’Amministrazione comunale – aggiunge – Il suo lavoro, in questi sei anni da assessora, è stato di qualità elevatissima, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. L’avvio dell’esperienza degli architetti di quartiere, in un momento in cui la legge nazionale aveva cancellato le Circoscrizioni, il grandissimo impulso dato al settore della partecipazione, della città collaborativa, l’ascolto attento e costante della cittadinanza ne hanno fatto una delle amministratrici più presenti sul territorio”.

Al tempo stesso “sul fronte del digitale e dell’approccio a un nuovo modello di città, a esperienze di smart city sempre più centrali nelle politiche dell’oggi e del domani, l’assessora Montanari – sempre assieme ai reggiani – è stata protagonista di progetti premiati a livello nazionale e internazionale, prima fra tutti la bellissima esperienza del Coviolo Wireless”.

E proposito dei lavori pubblici, ilprimo cittadino sottolinea che “già nel corso di maggio molte opere pubbliche ripartiranno, e faremo un punto della situazione su quali e quanti investimenti sbloccheremo nei prossimi due anni, in modo da aiutare la città a ripartire”.

Da parte sua, Valeria Monanari spiega che “ragioni personali e professionali che mi hanno portata verso altre scelte. Questi 6 anni a servizio della città come assessora sono stati ricchi di complessità ed entusiasmo, pieni di azioni faticose e grandi soddisfazioni.

Lavorare per Reggio Emilia è stato un grande onore.

Mi auguro di aver intrapreso questo ruolo nella giusta maniera: ho cercato di impegnarmi per quanto mi fosse possibile, a volte portando a casa risultati, altre senza riuscirci. L’ho fatto sempre con onestà, rigore e coerenza, valori che appartengono alla mia storia personale e politica.

Lavorare per la mia città è stata un’esperienza straordinaria, che porterò sempre con me. Reggio Emilia mi ha dato davvero tanto, spero di aver restituito almeno in piccola parte la grande generosità che ho ricevuto”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *