La scomparsa del giovane Karim: si torna a indagare su un mistero reggiano di 15 anni fa

28/5/2020 – In relazione alla vicenda che del minore sedicenne tunisino Karim la cui scomparsa fu denunciata 15 anni fa, il 13 maggio del 2005, la questura di Reggio Emilia comunica che “la richiesta di collaborazione è pervenuta da un connazionale, in corso d’identificazione, sul sito del Servizio Centrale Anticrimine, della Polizia di Stato, it.globalmissingkids.org nella giornata di ieri 27 maggio”.

“A seguito della segnalazione ricevuta la Divisione Anticrimine della Questura di Reggio Emilia ha effettuato i primi riscontri sugli elementi raccolti ed interessato l’Autorità giudiziaria competente”.

Sulla scomparsa di Karim indaga anche la Squadra Mobile, ma “al momento non vi sono elementi di novità ulteriori rispetto a quelli noti”.

La madre del minore è una cittadina polacca di 44 anni, in passato residente a Reggio Emilia “le cui ultime tracce di presenza sul territorio nazionale risalgono al 2018”.

Le indagini svolte a suo tempo dalla Questura di Reggio Emilia “furono orientate sul convivente della donna, un cittadino tunisino di 45 anni”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *