Covid Emilia-Romagna 11/5
Ottanta nuovi casi di contagio e 12 morti nelle 24 ore
Quasi 16 mila i guariti

11/5/2020 – In Emilia-Romagna, dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus si sono registrati 26.876 casi di positività, solo 80 in più rispetto a ieri: un aumento giornaliero fra i più bassi registrati da inizio emergenza. I test effettuati hanno raggiunto quota 234.619 (+2.982).

Secondo i dati rilevati come di consueto alle 12 di oggi, e nuove guarigioni sono 209 (15.969 in totale), mentre continuano a calare i casi attivivaòle a dire il numero di malati effettivi a oggi-151, passando dai 7.191 registrati ieri agli odierni 7.040. Il differenziale fra guariti complessivi e malati effettivi è di 8.929, “fra i più alti del Paese”, assicura la Regione.

L’ospedale Maggiore di Parma

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.731, -72 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 141 (-9). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-25).
Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 15.969 (+209): 2.377 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 13.592 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.
Purtroppo, si registrano 22 nuovi decessi: 13 uomini e 9 donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 3.867. I nuovi decessi riguardano 7 residenti nella provincia di Piacenza, 3 in quella di Parma, 1 in quella di Reggio Emilia, 5 in quella di Bologna (nessuno nell’imolese)1 in quella di Ferrara, 1 in quella di Ravenna, 3 in quella di Forlì-Cesena (nel cesenate), 1 in quella di Rimininessuno nella provincia di Modena e da fuori regione.

Questi i casi di positività sul territorio: 4.375 a Piacenza (14 in più rispetto a ieri), 3.315 a Parma (17 in più), 4.849 a Reggio Emilia (3 in più), 3.823 a Modena (23 in più), 4. 784 a Bologna e Imola (11 in più) che ha quasi raggiunto il record negativo di Reggio, 977 a Ferrara (2 in più). In Romagna sono complessivamente 4.753 (10 in più), di cui 999 a Ravenna (2 in più), 928 a Forlì (lo stesso dato di ieri), 752 a Cesena (3 in più), 2.074 a Rimini (5 in più).

L’attività dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile

Dispositivi di protezione individuale

Dal Dipartimento nazionale, sono pervenute 350.000 mascherine chirurgiche (più altre 10.000 destinate espressamente alle Rsae 90.000 mascherine FFP2 (più altre 11.000 destinate alle aziende del Trasporto pubblico locale).

Volontariato

Domenica 10 maggio sono stati 575 i volontari di protezione civile dell’Emilia-Romagnaimpegnati nell’emergenza; dall’inizio delle attivazioni del volontariato, si sono accumulate 45.497 giornate complessive. Le attività più rilevanti continuano a essere quelle a supporto dei Comuni per l’assistenza alla popolazione (consegna mascherine, spesa, pasti e farmaci a domicilio), con il coinvolgimento di oltre 300 volontari, fra cui gli scout Agesci; e quelle a supporto delle Ausl nel trasporto con ambulanze, nella consegna di campioni sanitari e tamponi, in aiuto a chi sta in quarantena (Cri e Anpas; 242 volontari).

Volontari di protezione civile (ieri 26) si stanno occupando di funzioni di segreteria e supporto logistico presso i Coc dei vari Comuni; nel parmense, prosegue la sanificazione dei mezzi di soccorso.

Su attivazione del Dipartimento nazionale, fino al 15 maggio, è in atto un’attività che impegna quotidianamente 20 volontari, in relazione alle aziende del Trasporto pubblico locale.

Donazioni

I versamenti vanno effettuati sul seguente Iban: IT69G0200802435000104428964

Causale – Insieme si può: l’Emilia-Romagna contro il Coronavirus 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.