Cosap, Imu e Tari: sostegno al commercio in ginocchio
Sì unanime del consiglio comunale di Reggio a tre mozioni Lega

5/5/2020 – Nella seduta di ieri in consiglio comunale di Reggio Emilia ha approvato all’unanimità tre mozioni presentate dalla Lega per il sostegno al commecio e alle piccole attività economiche duramente colpite dall’emergenza Covid.

Poco prima della seduta, alle 15,in piazza Prampolini una quarantina di commercianti di Reggio ha dato vita a un flash mob – con le bandiere tricolori in mano – pre protestando contro la chiusura d’autorità degli esercizi.

Approvata all’unanimità in merito all’esenzione temporanea dell’imposta per occupazione suola mozione della Lega, primo firmatario Roberto Salati, per l’esenzione temporanea dal pagamento dell’imposta sull’ occupazione del suolo pubblico per gli esercizi commerciali, e la concessione “di ulteriori aree a disposizione delle attività (distese e dehors), per ovviare alla riduzione degli spazi disponibili causata della normativa sul distanziamento sociale, destinando allo scopo parte dei fondi governativi in arrivo per l’emergenza sanitaria”.

In precendenza, era passata sempre all’unanimità la mozione della Lega (primo firmatario Rinaldi) che impegna “il Sindaco e la Giunta a presentare misure che prevedano una riduzione dell’Imu al proprietario di immobile che volontariamente riduca il canone di affitto ad attività commerciali in una percentuale consistente e per una durata superiore ad un anno”.

Sì a larga maggioranza anche a un terzo documento (primo firmatario Rinaldi) del Carroccio, per l’esenzione dei commercianti dalla Tari. La mozione impegna “il Sindaco e la Giunta ad agire nei confronti di Regione e Governo affinché vengano attivati fondi che permettano al Comune di esentare la TARI per le utenze non domestiche soggette al blocco delle attività economiche degli ultimi mesi” . E’ stata approvata con 28 voti favorevoli di Lega, Pd, +Europa, M5S, Gruppo Misto, Reggio è, Immagina Reggio, Alleanza Civica, Forza Italia, e l’astensipone di Bertucci, capogruppo M5S).

Nella stessa seduta approvato, sempre all’unanimità, anche un ordine del giorno della consigliera Soragni dei 5 Stelle per destinare ai buoni pasto e all’assistenza alle famiglie in difficoltà la parte disponibile delle sanzioni elevate per inosservanza delle norme anti-Covid sui movimenti delle persone,

LE MOZIONI PER IL COMMERCIO APPROVATE DAL CONSIGLIO COMUNALE DI REGGIO EMILIA

MOZIONE: ESENZIONE TARI PER I COMMERCIANTI

PREMESSO CHE

-il nostro paese sta affrontando un’emergenza sanitaria senza precedenti con inevitabili ricadute molto pesanti sulla nostra economia;

-questa crisi avrà inesorabili conseguenze negative sull’ intero tessuto economico cittadino;

-in ragione dell’emergenza sanitaria, la maggior parte delle attività cittadine sono state costrette a chiudere;

-nonostante l’azzeramento degli incassi, le attività commerciali hanno comunque dovuto provvedere al mantenimento degli alti costi fissi di gestione.

CONSIDERATO CHE

-per tutto il tempo in cui rimarranno in vigore le restrizioni sulle attività economiche, queste subiranno solamente un accumulo gravoso di costi, a fronte di un azzeramento degli incassi;

-al termine di questa pandemia, molte attività commerciali saranno costrette a chiudere a causa di un deficit finanziario insanabile;

-una volta superata l’emergenza sanitaria, le attività commerciali avranno sicuramente bisogno di importanti aiuti a livello economico da tutti gli enti pubblici;

-è doveroso che il Comune di Reggio intervenga, per quanto gli è possibile, con misure di sostegno e di agevolazione nei confronti di tutte quelle attività commerciali che per mesi non hanno potuto avere incassi, nonostante il mantenimento dei costi fissi di gestione;

-la chiusura parziale o totale delle attività ha portato ad una significativa diminuzione, se non ad un completo azzeramento in molti casi, della produzione di rifiuti.

TUTTO CIO’ PREMESSO IMPEGNA

il Sindaco e la Giunta ad agire nei confronti di Regione e Governo affinché vengano attivati fondi che permettano al Comune di esentare la TARI per le utenze non domestiche soggette al blocco delle attività economiche degli ultimi mesi.

CONS. ALESSANDRO RINALDI

CAPOGRUPPO.CONS.MATTEO MELATO

CONS.ROBERTO SALATI

CONS.STEFANO SACCHI

CONS.GIANLUCA VINCI

CONS.GIORGIO VARCHETTA

MOZIONE: DIMINUZIONE IMU PER I PROPRIETARI CHE RIDUCONO IL CANONE DI AFFITTO ALLE ATTIVITÀ COMMERCIALI.

PREMESSO CHE

-il nostro paese sta affrontando un’emergenza sanitaria senza precedenti con inevitabili ricadute molto pesanti sulla nostra economia;

-questa crisi avrà inesorabili conseguenze negative sull’ intero tessuto economico cittadino;

-in ragione dell’emergenza sanitaria, la maggior parte delle attività cittadine sono state costrette a chiudere per decreto;

-nonostante l’azzeramento degli incassi, le attività commerciali hanno comunque dovuto provvedere al mantenimento degli alti costi di gestione.

CONSIDERATO CHE

-per tutto il tempo in cui rimarranno in vigore le restrizioni sulle attività economiche, queste subiranno solamente un accumulo gravoso di costi a fronte di un azzeramento degli incassi;

-al termine di questa pandemia, molte attività commerciali saranno costrette a chiudere a causa di un deficit finanziario insanabile;

-una volta superata l’emergenza sanitaria, le attività commerciali avranno sicuramente bisogno di importanti aiuti a livello economico da tutti gli enti pubblici;

-è doveroso che il Comune di Reggio intervenga, per quanto gli è possibile, con misure di sostegno e di agevolazione nei confronti di tutte quelle attività economiche e produttive che per mesi non hanno potuto avere incassi, nonostante il mantenimento dei costi di gestione;

-l’affitto è sicuramente un costo fisso molto gravoso per le attività commerciali;

-la riduzione del canone di affitto sarebbe una importante agevolazione economica per tutte quelle attività commerciali che sono state costrette a chiudere durante l’emergenza sanitaria COVID-19.

TUTTO CIO’ PREMESSO IMPEGNA

Il Sindaco e la Giunta a presentare misure che prevedano una riduzione dell’IMU al proprietario di immobile che volontariamente riduca il canone di affitto ad attività commerciali in una percentuale consistente e per una durata superiore ad un anno.

CONS. ALESSANDRO RINALDI

CAPOGRUPPO.CONS.MATTEO MELATO

CONS.ROBERTO SALATI

CONS.STEFANO SACCHI

CONS.GIANLUCA VINCI

CONS.GIORGIO VARCHETTA

MOZIONE : ESENZIONE TEMPORANEA DELL’ IMPOSTA PER OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI

PREMESSO CHE – che ci troviamo ancora nel pieno della più grave emergenza sanitaria che si possa ricordare a memoria nostra. – che la maggior parte delle attività sono state precauzionalmente obbligate alla chiusura, con conseguenze disastrose, dovute all’azzeramento delle entrate, nonostante il mantenimento di tutti gli alti costi di gestione. CONSIDERATO CHE – non vi sono stime certe sulla durata della pandemia in atto. – ogni giorno in più di chiusura per le attività comporta un aggravio esponenziale di costi. – una volta terminata, si spera prima possibile, la situazione emergenziale in corso, tutte le attività saranno in deficit finanziario e molte non saranno nemmeno in grado di poter riaprire. – tutte le attività sopravvissute, con estremo impegno e sacrificio, dovranno cercare di sfruttare ogni possibile valorizzazione del proprio esercizio, come sicuramente la maggior attratività e l’incremento economico generati dalle distese estive o dehors. Gruppo Consiliare Lega Gruppo Consiliare Lega – Salvini Premier – Salvini Premier TUTTO CIO’ PREMESSO IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA – a contribuire alla conservazione del patrimonio produttivo cittadino e alla relativa situazione sociale ed economica di tutte le famiglie che ne dipendono, esentando temporaneamente tutte le attività che hanno subito la sospensione dell’attività, dall’imposta per l’occupazione suolo pubblico, provvedendo al rimborso di quanto già versato e non usufruito. – concedere ulteriori aree a disposizione delle attività (distese e dehors), per ovviare alla riduzione degli spazi disponibili causata della normativa sul distanziamento sociale, destinando allo scopo parte dei fondi governativi in arrivo per l’emergenza sanitaria.

CONS. ROBERTO SALATI CONS. ON. GIANLUCA VINCI CONS. MATTEO MELATO CONS. ALESSANDRO RINALDI CONS. STEFANO SACCHI CONS. GIORGIO VARCHETTA



Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. bruna Rispondi

    05/05/2020 alle 13:49

    veramente ANCHE I CITTADINI sono con l’acqua alla GOLA .IMU E TARI LA PAGANO ANCHE LORO. queste DISCRIMINAZIONI sono FUORI LUOGO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *