Applausi al consiglio comunale
Tre voti bipartisan per alleviare le tasse. Cambia il vento?
Cantergiani: “Risultato importante”. Rinaldi: “Un buon punto di partenza”

5/5/2020 – Sarà l’effetto dell’emergenza, sta di fatto che ieri pomeriggio in consiglio comunale a Reggio Emilia, dopo anni di muro contro muro, si è respirata un’aria diversa. Tre mozioni presentate dalla Lega Nord su Cosap, Imu e Tari – a sostegno del commercio e dei pubblici esercizi – hanno ottenuto l’unanimità e sono passate col voto favorevole della maggioranza che regge il governo cittadino.

Una convergenza per la quale il consigliere della Lega Alessandro Rinaldi, primo firmatario delle mozioni su Imu e Tari, si è dichiarato “molto soddisfatto”: ” Speriamo che il consiglio di lunedì non sia stato un’anomalia – ha detto – ma piuttosto un punto di partenza da cui iniziare a lavorare senza pregiudizi ideologici in un momento in cui cittadini hanno bisogno di importanti risposte dalla politica locale”.

Gianluca Cantergiani

Significativo di un nuovo clima, del resto, il commento del capogruppo del Pd Gianluca Cantergiani, che è anche riuscito a evitare scontri inutili sulla Tari, ottenendo l’emendamento del testo da parte dello stesso presentatore Rinaldi: “Le tre mozioni – nota l’esponente dem – sono state votate all’unanimità e credo che questo sia un risultato importante nel dibattito in corso sui temi connessi all’emergenza Covid. E’ giusto rimarcare – aggiunge – che sono state auto-emendate dai firmatari consiglieri della Lega che hanno accolto emendamenti proposti dal gruppo di “aggioranza in Consiglio Comunale”.
Una seduta quindi – sottolinea Cantergiani – che ha portato a risultati condivisi con “punti di caduta” comuni per tutte le forze politiche presenti in Sala del Tricolore, in favore di azioni rivolte verso le categorie  più colpite dall’emergenza che stiamo vivendo”.

Rinaldi, dicevamo sprizza soddisfazione: “Finalmente in consiglio comunale – commenta -è emerso quel senso di responsabilità e di collaborazione per il bene della collettività tra le diverse forze politiche che da tempo come Lega aspettavano ed auspicavamo. Mi auguro che sia veramente un punto di partenza su cui poter lavorare per l’interesse dei nostri concittadini mettendo da parte, almeno in questo periodo di emergenza, le contrapposizioni ideologiche e politiche tra i diversi gruppi”.
Anche se, nel merito del voto in consiglio “l’esenzione della TARI con il sostegno del Governo e della Regione è per noi della Lega una vittoria a metà. La mozione originaria prevedeva infatti che il sindaco utilizzasse soldi del Comune per esentare la TARI ai commercianti, ma su richiesta del Capogruppo del Pd Cantergiani – aggiunge Rinaldi – ho provveduto a emendarla impegnando il Sindaco ad agire con Governo e Regione per reperire i fondi per garantirne l’esenzione.

Alessandro Rinaldi


Questo perché, come ha sottolineato l’assessore De Franco, non è certo che il Comune riesca a sobbarcarsi da solo i costi per l’esenzione.
Mi piace comunque vedere il bicchiere mezzo pieno conclude – perché si cerca lo stesso di dare un segnale forte ai commercianti colpiti dalla crisi, poi con l’approvazione potremo vigilare e garantire che il Sindaco faccia tutto il possibile per garantire l’esenzione.
Una vittoria piena è stata invece quella sulla diminuzione dell’IMU ai proprietari che riducono il canone di affitto alle attività in lockdown, su cui abbiamo trovato un punto di incontro con la maggioranza senza particolari difficoltà.
Si tratta di una mozione che quando verrà messa in pratica porterà ad un duplice vantaggio, sia alle imprese, che avranno uno sconto sul canone di affitto, sia ai proprietari, a cui verrà riconosciuto un incentivo di non poco conto, come la diminuzione dell’aliquota IMU, qualora dovessero aderire all’iniziativa dell’amministrazione”.

Sembra di ascoltare un concerto di violini, dopo gli anni dei tamburi di guerra. E’ davvero una primavera politica? Come si dice, se son rose fioriranno. Ma questa volta il consiglio comunale tutto merita gli applausi.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Bruna Rispondi

    06/05/2020 alle 09:16

    Pubblicate la delibera. Poi vediamo CHI è stato TAGLIATO FUORI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.