Sicrea, disastro ampiamente annunciato
“Assegnati sotto costo i cantieri di via Luxembourg ed ex-Reggiane “
“Perchè Conad non dice la verità?”

Reggio Report ha ricevuto un post sul cantiere Conad di via Luxembourg, l’appalto del capannone 17 delle Reggiane e le ragioni del crac Sicrea. Lo proponiamo integralmente.

20/4/2020 – “Oggi si protesta per il fallimento di Sicrea facendo appello a CONAD…….perchè Conad non si espone dicendo la verità? Ossia che ha assegnato questo appalto di via Luxemburg a questa impresa ampiamente sotto il budget? Vergognosamente sotto ai costi primi? Un appalto assegnato dal numero uno di Conad Centro Nord a Sicrea per un importo di 12 milioni di euro quando i costi ammontavano a 12.825.000 euro? costi stimati da sicrea escluso costi generali d’impresa e utile d’impresa.

Lo striscione appeno dai lavoratori nel cantiere di via Luxembourg

Giochetti col pallottoliere fatti da Bosi (ex presidente di Sicrea, ndr.) e dal suo Direttore stratega Commerciale inventati e non applicabili (terra all’arena spettacoli per non pagare i trasporti, demolizione casa colonica anzichè ristrutturazione) strategie fallimentari e NON accettate dall’amministrazione comunale e dai progettisti. Conad è da ritenersi responsabile pienamente perchè non si deve appaltare alcunchè a imprese che propongono numeri violentati e sotto soglia di sopravvivenza…….Le imprese devono essere condotte come un buon padre di famiglia conduce il focolare domestico, non certamente spendendo più di quanto si guadagna.

Ora si cercherà qualcuno che subentri, sperando con numeri diversi, ma certamente la comunità reggiana dovrà sopportare un anno in più di cantiere con una viabilità (vedi la nuova rotonda) fatta da SCHIFO!!!
Vogliamo parlare del cantiere Sicrea capannone 17 ex Reggiane??? Gara andata deserta in quanto nessuna impresa italiana, tranne Sicrea, vi ha partecipato; numeri a bando abbondantemente sotto ai costi.

Sicrea che vuole assolutamente acquisire tale appalto e propone sconto su base gara. Risultato: pronti via il cantiere parte con -18% (meno 18) di marginalità (a cui devono sommarsi spese generali e utile d’impresa)……cari BOSI e BEGGI così si FALLISCE!!!!! Lo avete capito???


E a giugno Bosi finalmente out anche dal CCFS…..basta fare danni!!!!
Aspettiamo ora di vedere come e dove costoro verranno riciclati!!!”

(post firmato La Verità)

Be Sociable, Share!

6 risposte a Sicrea, disastro ampiamente annunciato
“Assegnati sotto costo i cantieri di via Luxembourg ed ex-Reggiane “
“Perchè Conad non dice la verità?”

  1. Carlo Menozzi Rispondi

    20/04/2020 alle 15:04

    Come volevasi dimostrare …. Che incarico ha ora Bosi in CCFS? Lo tengono in freezer per evitare altri danni?

  2. Curzio Antonino Rispondi

    20/04/2020 alle 15:19

    I danni li ha già fatti. Pensa solo che la sede di sickrea è di Ccfr.

  3. Nino Rispondi

    20/04/2020 alle 18:08

    Purtroppo questo
    è l’ennesimo risultato del sistema cooperativo e partitico. La meritocrazia non vale. A questo “signore” continuano a dargli uno stipendio e posso immaginare quanto sia l’auto. Se vuole rimanere nel settore può solo pulire boschi sempre che ne sia capace. Purtroppo non se può. Quando finiranno queste schifezze?? NB non mi interessa anche se la mia mail diventa pubblica, ho scritto ciò che penso ed è la pura verità

  4. franca Rispondi

    21/04/2020 alle 08:35

    una domanda…ma “NON accettate dall’amministrazione comunale e dai progettisti che significa?”

  5. fausto Poli Rispondi

    21/04/2020 alle 14:52

    Purtroppo esistono ancora frammenti di gestioni occulte.Fausto Poli.

  6. Cesare Rispondi

    21/04/2020 alle 21:14

    Questi sono i dirigenti cooperativi degli ultimi anni.
    Assurti ad incarichi lautamente remunerati senza avere la benché minima esperienza su quanto vanno a comandare.
    Bosi, presidente di sicrea, mai operato in trincea nel campo delle costruzioni; Beggi faceva già danni enormi, con lo stesso sistema di acquisizione lavori, nella precedente impresa, cooperativa regolarmente fallita con buchi atomici sui cantieri.
    Che altro dire di questa nuova classe dirigente cooperativa, compreso anche l’ex presidente di Legacoop, sparata a comandare senza nulla sapere.
    Hanno le COMPETENZE: figli di, parenti di, amici di, con tessera di ecc. ecc. ecc.
    Altissime figure professionali, pronte per nuovi incarichi e nuove avventure (in altre cooperative)….

Rispondi a Curzio Antonino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.