Perchè 10 morti tra gli anziani della casa di riposo di Correggio?
“E’ necessario capire per scongiurare altre tragedie”

DI GIANCARLO SETTI E MAURO PERNARELLA*

13/4/2020 -” I consiglieri pentastellati di Correggio ribattono allle accuse gratuite e immotivate del Sindaco Ilenia Malavasi riguardo all’idea che in momento così delicato ed emergenziale non vi possa essere un totale supporto ed ammirazione nell’operato di medici, infermieri  ed operatori sanitari. 

Affermazioni, quelle del primo cittadino che amareggiano per la loro infondatezza e che non possono che essere smentite perché inopportune e prive di fondamento.

Piuttosto, queste accuse sembrano volere distorcere le reali intenzioni della nostra legittima azione che per nulla è rivolta contro gli operatori sanitari.

Aggiungiamo che gli incontri convocati  per informare il Consiglio Comunale, sia maggioranza che opposizione sono importanti, necessari e non opzionali.

Il nostro obbiettivo è capire perché una fascia così esposta della popolazione non sia stata sufficientemente protetta pur conoscendo fin dall’inizio la particolare vulnerabilità degli anziani.  

Questo non è solo un problema di Correggio ma almeno di tutto il sistema sanitario regionale.

Noi che siamo consiglieri di Correggio non possiamo fare altro che chiederci la situazione delle nostre strutture per accogliere gli anziani e capire se sia stato fatto tutto il necessario per proteggerli.

E nello specifico perché ben 10 decessi  si siano concentrati nella struttura di via Mandriolo gestita da Coopselios, una società privata che gestisce altre strutture con problemi  analoghi in provincia, come a Scandiano e Reggiolo.

Le dimensioni del contagio e soprattutto dei decessi hanno però dimensioni drammatiche nella struttura comunale di via Mandriolo.

Siamo stati motivati dalle preoccupazioni di tante persone coinvolte, visto il nostro ruolo legittimo di consiglieri di opposizione; abbiamo il dovere di aiutare l’amministrazione e proporre gli opportuni correttivi nel difficile compito di gestire questa emergenza sperando di essere ascoltati.  

E tutto questo, ripetiamo,  nella massimo rispetto di tutti gli operatori Asl e volontari tutti per potere in futuro porre le basi di un ragionamento serio ed obbiettivo di riorganizzazione della gestione delle case per anziani.

Ci sarà un tempo per rialzarci,  un tempo per capire ed un tempo per evitare che queste tragedie capitino ancora.

 

*Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Correggio

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *