Operaio senegalese di appalto Iren travolto e ucciso dal camion raccolta sfalci
La tragedia a Quattro Castella. “Rabbia e sgomento” dei sindacati

10/4/2020 – L’operaio senegalese Bouna Seye, di 52 anni, è morto intorno a mezzogiorno di oggi a Quattro Castella, investito dal camion guidato dal suo collega di lavoro. Lascia la moglie e i figli che vivono in Senegal e che, causa delle restrizioni per l’epidemia Covid, forse non potranno tributare l’ultimo saluto al loro caro.

Seye lavorava per l’impresa di trasporti Mendicino Antonio, associata al consorzio Transcoop, che ha in appalto da Iren il servizio raccolta sfalci (il cosiddetto “giro verde”) .

Il corpo di Bouna Sye coperto d un lenzuolo

Al momento della tragedia, avvenuta in via Matilde di Canossa, l’operaio era intento a caricare sul camion i sacchi bianchi con i residui vegetali depositati dai residenti. Non è ancora chiaro se l’operaio sia stato travolto a causa di un malfunzionamento dei sistemi di sicurezza del camion. Comunque ogni tentativo di salvare la vita del poveretto si è rivelato inutile: è spirato in pochi istanti. Inutile anche l’intervento dell’elisoccorso levatosi in volo dal Maggiore di Parma. Sul posto, con i mezzi e il personale del 118, sono intervenuti i carabinieri di Quattro Castella e i tecnici del servizio Prevenzione e sicurezza lavoro dell’Ausl di Reggio Emilia.

La salma di Seye ora é al cimitero di Coviolo, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

CGIL CISL UIL: RABBIA E SGOMENTO

“Non si ferma la spirale di morti sul lavoro. Abbiamo appreso dell’ennesimo incidente sul lavoro avvenuto oggi a Quattro Castella ed esprimiamo con forza rabbia e sgomento – così una nota comgiunta di Cgil, Cisl e Uil – Ancora una volta non ci resta che constatare che gli sforzi profusi come sindacati in tema di sicurezza sul lavoro non siano abbastanza, e non lo saranno fintanto che si continueranno a registrare tragedie come queste.

Fiduciosi nel lavoro della magistratura, attendiamo di conoscere l’esatta dinamica dell’incidente chiedendo sin d’ora che vengano accertate eventuali responsabilità, Esprimiamo vicinanza alla famiglia e partecipiamo al dolore per la scomparsa del loro caro “.

IL CORDOGLIO DI IREN

“Il Presidente, il Vice Presidente, l’Amministratore Delegato, il Collegio Sindacale di Iren S.p.A, gli Amministratori e i dipendenti delle società del Gruppo, appreso della tragica scomparsa del Sig. Bouna Seye, si stringono nel cordoglio attorno ai famigliari, porgendo le proprie condoglianze.

Ai colleghi di lavoro e al gruppo Transcoop Iren esprime tutta la propria solidarietà e vicinanza in questo difficile momento”.

CAPONE (UGL): BASTA STRAGI SILENZIOSE

“L’UGL esprime il suo cordoglio alla famiglia dell’operaio morto questa mattina a Quattro Castella, in provincia di Reggio Emilia. E’ ormai una strage infinita, che richiama con forza la necessità di una maggiore formazione e cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro, in particolare dove si è più a rischio di infortuni”. Così il segretario generale Ugl  Paolo Capone. “Per questo l’UGL continua il suo tour ‘Lavorare per Vivere’ volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno delle morti bianche. Basta stragi silenziose”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *