Nonna Lea dice grazie agli operatori dell’ospedale con 230 chili di erbazzone top
E dona 5 mila euro all’Ausl

8/4/2020 – L’epidemia di coronavirus ferma la Sagra dal Scarpasoun ma Nonna Lea è sempre nella prima linea della solidarietà.

Questa mattina mercoledì 8 aprile, il furgone dell’azienda di Montecavolo, carico di erbazzone, ha raggiunto le cucine dell’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. 192 teglie da 1200 grammi, pari a 230 chili e 3072 pezzi di erbazzone (la mensa dell’ospedale ha stimato circa 3000 persone), saranno offerte nei prossimi giorni a tutti gli operatori dell’ospedale, dai medici agli addetti alle pulizie, per ringraziarli di essere in prima linea a combattere il Covid-19. 

Il camion di Nonna Lea in partenza per il S. Maria Nuova

Inoltre Nonna Lea destinerà all’Ausl-Ircss di Reggio Emilia anche una donazione di 5000 euro. Un modo di rispettare la tradizione anche in questo momento così difficile: ogni anno infatti la Sagra dal Scarpasoun devolve in beneficenza i suoi proventi a sostegno dell’Ospedale di Reggio Emilia. «Anche se quest’estate non potremo organizzare la nostra Sagra dal Scarpasoun – commentano i fondatori di Nonna Lea, la famiglia Benassi – e non riusciremo a regalare un fine settimana di festa e convivialità alle famiglie e al nostro territorio, vogliamo comunque dare un aiuto concreto a chi ne ha bisogno. Siamo orgogliosi di sostenere, con questo gesto, gli sforzi straordinari messi in campo da tutti coloro che stanno lavorando giorno e notte per fronteggiare l’emergenza».

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *