Governo volta le spalle ad ambulante malato di cancro: “Niente bonus da 600 euro, prendi già 500 euro di assegno di invalidità”

19/4/2020 – E’ toscano, ma è molto conosciuto anche nei mercati della nostra provincia poiché fa l’ambulante da sempre. E’ Andrea T. lo sfortunato commerciante, malato di cancro, cui lo Stato ha voltato le spalle negandogli il bonus di 600 riservato alle partita iva che a causa dell’emergenza non possono lavorare. Già, perché Andrea non può percepire i 600 euro in quanto “incassa” già i 500 euro dell’assegno di invalidità. L’ambulante toscano è infatti malato oncologico e questa sfortuna circostanza lo rende “incompatibile” col bonus del governo.

“Ho sempre pagato tutto quello che si doveva pagare e la malattia non me la sono cercata”, ha scritto Andrea a [email protected], la mail voluta dal leader della Lega per raccogliere le domande e le richieste dei cittadini in queste settimane di emergenza sanitaria ed economica. 

“In questo modo, il governo -ha avvertito l’ambulante- mi fa sentire discriminato. Sto facendo i cicli di chemioterapia e ne avrò fino a giugno, il mio assegno di invalidità è addirittura inferiore al bonus del governo”.

Questa mattina il leader della Lega, Matteo Salvini l’ha chiamato per esprimere solidarietà e promettendogli impegno: “Le proposte che facciamo al governo sono sempre costruttive. Chiediamo che non ci sia incompatibilità tra il bonus da 600 euro e l’assegno di invalidità. In più, la sospensione degli adempimenti fiscali decisa dal governo deve essere trasformata in cancellazione”.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Paolo Rispondi

    20/04/2020 alle 10:01

    Sono nella sua stessa situazione anche io !! Una VERGOGNA SENZA PRECEDENTI!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *