Evade dai domiciliari per una passeggiata notturna in bici
Messicano arrestato e portato in carcere dai Carabinieri

25/4/2020 – Se n’è altamente stropicciato delle restrizioni anti-Covid e soprattutto del beneficio degli arresti domiciliari: ha inforcato la bicicletta ed è andato a fare una passeggiata notturna.

Per questo un messicano di 24 anni residente a Cavriago, che scontava a casa una condanna per rapina e tentato furto aggravato, è finito dietro le sbarre di via Settembrini per il reato di evasione. Dopo la denuncia presentata dai Carabinieri il magistrato di sorveglianza competente ha sospeso i benefici  dei domiciliari per un cumulo pena pari a 1 anno, 5 mesi e 29 giorni di reclusione (da scontare sino al prossimo 24 gennaio) e ha disposto l’accompagnamento del giovane in carcere.

L’evasione è stata accertata l’altra notte quando una pattuglia dei carabinieri di Cavriago, poco prima della mezzanotte, non ha trovato in casa il detenuto domiciliare.

I genitori hanno detto che il figlio si trovava in garage, ma lì non c’era. Nel frattempo il giovane rientrava a casa, affermando di essere andato a fare un giro in bicicletta, lasciata poco lontano.

Mentre i carabinieri rintracciavano la bici, nella casa si scatenava la lite, col marito della madre che rimproverava il giovane per essersi allontanato. Questi, all’arrivo dei militari richiamati dal trambusto, ha spacato il vetro di una porta e ha cercato anche di aggredire lamadre.

Calmate le acque, i carabinieri hanno proceduto all’arresto e all’accompagnamento del bravo ragazzo al carcere della Pulce.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *