Commercianti, zero incassi ma strangolati dai costi fissi: “Si usi la leva del credito d’imposta sull’Irap”

22/4/2020 – “Commercio e turismo: per abbattere i costi fissi degli imprenditori si giochi la carta del credito d’imposta sull’Irap”.
Nel corso dei lavori della commissione regionale per le Politiche economiche, il consigliere della Lega E-R Stefano Bargi ha sollecitato interventi concreti a favore del piccolo commercio e del turismo, due settori particolarmente colpiti dall’epidemia Coronavirus. Bargi ha chiesto un’azione su “tre fronti capaci di garantire un minimo di sicurezza agli operatori che sono pronti a ripartire ma si trovano da soli ad affrontare un mercato che avrà regole tutte nuove e ancora in parte indefinite”.

Tre i macro temi sottolineati dall’esponente della Lega E-R: “Individuare contributi sia nazionali che regionali per i magazzini di prodotti deperibili costretti all’inattività in queste settimane di chiusura forzata; intervenire a sostegno dei costi fissi che appesantiscono l’attività degli operatori commerciali e del turismo come i canoni di locazione; giocare la carta del credito di imposta sull’Irap a favore di questi settori che, lavorando direttamente a contatto con il cliente finale, si trovano a scontare una incertezza di programmazione e investimenti”.

Bargi ha anche sollecitato “una particolare attenzione alle produzioni locali regionali del commercio, dell’artigianato e del turismo che rappresentano il risultato di un tessuto economico e sociale messo a dura prova in questi mesi”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *