Perchè il telelavoro è utile, e non solo per fronteggiare il virus

DI FABRIZIO AGUZZOLI*

8/3/2020 Nei giorni scorsi le organizzazioni sindacali hanno denunciato come troppe imprese del nostro territorio – nonostante l’emergenza COVID-19 consigli di limitare al minimo i contatti con altre persone e gli spostamenti -, siano restie a concedere il telelavoro, incuranti dei rischi per la salute dei dipendenti e di chiusura degli stabilimenti in caso vengano diagnosticati casi di contagio.

Fabrizio Aguzzoli

Questo atteggiamento arcaico contrasta sia con le lezioni online attivate dalle scuole e la recente circolare del Ministero per la Pubblica Amministrazione che rende obbligatorio il “lavoro agile” negli uffici pubblici, sia con quanto avviene in molti paesi del nord Europa che, da diversi anni, hanno norme che impongono ai datori di lavoro di concedere il telelavoro a chiunque ne faccia richiesta, a meno che l’azienda non riesca a dimostrare che la presenza fisica del lavoratore è indispensabile.

Peraltro, al di là delle norme di prudenza imposte per contenere la diffusione del coronavirus e dalle numerose statistiche che rilevano come il telelavoro aumenta la produttività e la permanenza dei lavoratori in azienda, la sua adozione stabile e generalizzata contribuirebbe a ridurre il traffico e, quindi, lo smog in uno dei territorio con il maggior inquinamento da polveri sottili d’Europa, nonché gli incidenti stradali, i ritardi e le perdite di tempo e lo stress legati a spostamenti, con positive ricadute sulla qualità della vita, la salute e l’ambiente.

Inoltre il telelavoro consentirebbe ai genitori-lavoratori di meglio gestire i “disagi” determinati dalla chiusura delle scuole senza dovere attendere eventuali “bonus baby-sitter” .

In ragione di ciò, presenterò una mozione per impegnare la Giunta di Reggio Emilia ad adottare provvedimenti che incentivino le aziende reggiane a concedere il telelavoro a tutti i lavoratori la cui presenza in azienda non sia fondamentale.

*medico, consigliere comunale M5S Reggio Emilia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.