Non gli portano la droga già pagata: chiama la polizia a ripetizione e intasa le linee. Denunciato per interruzione di pubblico servizio

29/2/2020 – Ha chiamato il 113, verso le 20.30 di giovedì, affermando di essere stato derubato in via Roma, a Reggio Emilia. Aveva bevuto parecchio; agli agenti della Volante giunti sul posto che hanno iniziato a fargli delle domande, lui – un campagno di 43 anni di Torre del Greco residente a Reggio Emilia e già noto alle forze dell’ordine – ha risposto di aver consegnato a un suo conoscente, un 42enne napoletano anch’egli già conosciuto pe i suoi precedenti, 50 euro in cambio di marijuana o hashish, ma che non si era visto consegnare la droga né restituire i soldi.
    Lamentela che l’uomo – mentre gli agenti cercavano di sentire pure l’altro per avere la sua versione dei fatti – ha riproposto ripetutamente al 113 minacciando anche di farsi giustizia da solo.
    Insomma, in appena due ore ha chiamato la polizia ben 18 volte, e non contento ha anche disturbato il 112 tenendo occupate le linee telefoniche: denunciato alla Procura delloa Repubblica, dovra rispondere di interruzione di pubblico servizio.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *