Ladri e sciacalli
Rubano mascherine al Maggiore di Parma e le rivendono a 70 euro l’una. Presi dalla GdF e denunciati

Hanno rubato centinaia di pezzi fra mascherine, guanti in lattice e disinfettanti nei magazzini dell’ospedale Maggiore di Parma, per rivenderli in un bancone all’ingresso di una sala slot.

E’ quanto ha scoperto la Guardia di Finanza dopo una indagine coordinata dal pm Emanuela Podda.
    Grazie a una segnalazione al 117, le Fiamme Gialle hanno fatto un controllo e trovato i prodotti, che venivano venduti a prezzi elevatissimi: una mascherina 70 euro.
    Le indagini hanno permesso di risalire prima a un 40enne residente a Parma dipendente dell’azienda sanitaria, l’uomo che aveva portato il materiale nel luogo di vendita abusiva, e poi ad un un uomo di 58 anni residente a Torrile. In casa sua gli uomini della Guardia di Finanza hanno trovato centinaia di pezzi fra mascherine, guanti in lattice, prodotti per l’igiene tutto di proprietà dell’ospedale di Parma e rubato allo stessa azienda ospedaliera. I due sono stati denunciati per peculato.

L’ospedale Maggiore di Parma

Durissimo il commento del presidente della Regione Bonaccini: “E’ una vergogna. Che delle persone, a maggior ragione i dipendenti pubblici di un’azienda sanitaria, sfruttino l’emergenza che stiamo vivendo per fini di lucro a proprio vantaggio è davvero inaccettabile. Un fatto, se verificato, che da solo qualifica chi lo ha compiuto. Persone, nel caso, che dovranno essere tutte chiamate a scontare fino in fondo la pena”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.