Escono dal carcere, e subito scassinano parecchie auto
Presi dalla polizia e denunciati a piede libero

18/3/2020 – Appena rilasciati dal carcere su ordine del giudice, che li aveva mandati ai domiciliari, prima arrivare a casa loro a Modena hanno pensato bene di tenersi in esercizio con una raffica di furti, colpendo le auto in sosta in via Martiri di Cervarolo a Reggio Emilia.

Per fortuna la polizia, avvertita da un cittadino, è arrivata in tempo per acciuffare i due delinquenti in via Bertolani: sono il tunisino Hamza Nhari, di 25 anni e Meher Ouhaibi, 24 anni di nazionalità italiana.

Gli operatori della Volante,intervenuti in via Martiri di Cervarolo l’altro pomeriggio sono riusciti a prendere imalvivemnti grazie alle descrizioni del cittadino che aveva chiamato il 13. Quando li hanno prsi, avevano con loro la refurtiva e gli arnesi da scasso. I due, gravati di numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, appena sabato scorso erano stati arrestati a Modena per un furto in una farmacia e e portati in carcere a Reggio Emilia, dal quale erano stati rilasciati nel primo pomeriggio lunedì in quanto il giudice gli avev concesso gli arresti domiciliari da eseguirsi a Modena. Proprio nel tragitto compiuto tra il carcere e la stazione ferroviaria di Reggio, i due avevano fatto man bassa su numerose auto. Sono stati fermati sul momento per furto aggravato, ma attenzione: non crediate che siano dentro. Per loro è scattata la denuncia in stato di libertà.

Condividi

Una risposta a 1

  1. EMILIA LIBERA Rispondi

    21/03/2020 alle 01:29

    povera Emilia (Italia) fallita !! criminali premiati, onesti cittadini a lavorare con la pandemia….ci vuole la rupe come a Sparta…noi abbiamo la Pietra di Bismantova…è giunta l’ora di utilizzarla !
    Altrimenti che se li prendano in casa i sinistroidi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *