Cercano i furbetti del Covid, trovano i corrieri della droga: tre napoletani in manette al casello di Reggiolo
Sequestrati sette etti di cocaina

17/3/2020 – Un’auto civetta dei carabinieri, appostata al casello Rolo-Reggiolo per controllare gli spostamenti illeciti a norma del Dpcm per il contrasto al coronavirus, ha intercettato due corrieri delle droga in uscita della A 22. Nel corso di un intervento a tambur battente, i militari delle compagnie di Reggipo Emilia e di Guastalla hanno arrestato due napoletani di 26 e 19 anni arrivati su una Fiat Panda, e un terzo di 38 anni – quest’ultimo residente a Fabbrico – che li attendeva all’uscita del casello su un’ Audi A4. Sequestrati in totale 7 etti di cocaina, un etto di hascisc, l’armamentario per la pesatura e il confezionamento delle dosi, oltre 10 mila euro in contanti, un’agenda con la contabilità dello spaccio (sequestrata a casa del napoletano di Fabbrico) e i telefoni dei tre, finiti in manette per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. A loro carico anche la denuncia per violazione dell’articolo 650 cp. per inosservanza delle disposizioni della pubblica autorità.

I carabinieri con la droga e il denaro sequestrati al casello Reggiolo-Rolo

E’ accaduto ieri mattina quando intorno alle 7 i carabinieri sull’auto civetta hanno visto l’Audi, con un uomo a bordo, ferma al casello Rolo-Reggiolo. Dopo dopo mezz’ora è arrivata dall’autostrada la Panda con gli altri due a bordo. I tre dopo un breve incontro si sono rimessi in marcia in direzione Reggiolo.

Tuttavia li ha fermati una pattuglia appostata poco lontano, avvertita dai colleghi dell’auto civetta . Nel corso delle procedure di identificazione i tre oltre ad apparire particolarmente nervosi, non hanno saputo giustificare la loro presenza in ragione del divieto imposto Dpcm 9 marzo 2020.

In breve, nel vano motore della Panda erano nascosti due involucri rispettivamente un etto di hascisc e oltre 3 di cocaina, sequestrati insieme ai 4 cellulari posseduti dai due napoletani in trasferta e la stessa Panda, risultata presa a noleggio. Le risultanze emerse portavano i carabinieri a estendere la perquisizione all’Audi e all’abitazione del napoletano di Fabbrico. Alla luce di quanto emerso i tre venivano arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Pesi e misure Rispondi

    17/03/2020 alle 12:52

    A lavorare in Reparto Degenze Coronavirus senza mascherine!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.