6.705 contagiati in Emilia-Romagna
715 morti, 75 nelle ultime 24 ore
Esplosione di positivi a Reggio: quota mille


21/3/2020 – In Emilia-Romagna sono complessivamente 6.705 i casi di positività al Coronavirus, 737 in più rispetto all’aggiornamento di ieri. Purtroppo crescono anche i decessi, passati da 640 a 715: 75, quindi, quelli nuovi, di cui 19 donne e 56 uomini. 
Per la maggior parte delle persone decedute sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse, anche plurime. I nuovi decessi riguardano 24 residenti nella provincia di Piacenza, 15 in quella di Parma, 11 in quella di Reggio Emilia, 8 in quella di Modena, 8 in quella di Bologna (di cui 1 del territorio imolese), 6 a Rimini, 1 a Forlì, 1 a Ferrara, 1 fuori regione. 

Sono 24.620 i campioni refertati, 3.867 test in più effettuati rispetto a ieri. Si tratta di dati accertati alle ore 12, sulla base delle richieste istituzionali. Complessivamente, sono 2.863 le persone in isolamento a casa perché con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o prive di sintomi (372 in più rispetto a ieri); quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 265, 2 in meno rispetto a ieri. E salgono a 329 (90 in più rispetto alle 239) le guarigioni, 305 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 24 dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. 

In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 1.693 (118 in più rispetto a ieri), Parma 1.014 (35 in più), Reggio Emilia 977 (204 in più), Modena 906 (139 in più), Rimini 826 (69 in più), Bologna 610 (di cui 163 a Imola e 447 a Bologna), complessivamente 58 in più (di cui 19 a Imola e 39 a Bologna), Ravenna 287 (74 in più), Forlì-Cesena 269 (di cui 126 a Forlì, 8 in più rispetto a ieri, e 143 a Cesena, 11 in più rispetto a ieri), Ferrara 123 (21 in più rispetto a ieri).

Prosegue anche oggi a ritmo serrato il lavoro della rete
ospedaliera dell’intero territorio per attuare il piano di
rafforzamento regionale. In tutta l’Emilia-Romagna, tra ieri e oggi,
sono stati infatti allestiti ulteriori 181 posti letto per i pazienti
colpiti da Coronavirus, che complessivamente passano da 3.124, a 3.305
tra ordinari (2.871)e di terapia intensiva (434).

Nello specifico: 589 posti letto aggiuntivi a Piacenza (di cui 40 per
terapia intensiva), 742 a Parma (57 terapia intensiva), 540 a Reggio
(51 terapia intensiva), 303 a Modena (76 terapia intensiva), 537
nell’area metropolitana di Bologna e Imola (112 terapia intensiva),
106 a Ferrara (22 terapia intensiva), 488 in Romagna (in particolare:
227 Rimini, di cui 33 per terapia intensiva; 100 Ravenna, di cui 12
per terapia intensiva; 55 Forlì, di cui 8 per terapia intensiva; 73
Cesena, di cui 17 per terapia intensiva, 24 Lugo, di cui 6 per terapia
intensiva; 9 a Faenza).

Per quanto riguarda gli ospedali Covid si conferma su Parma
l’attivazione da parte dell’ospedale Piccole Figlie e della casa di
cura Val Parma Hospital di 15 posti letto Covid ciascuno, estendibili.
Sempre in provincia di Parma è prevista la prossima attivazione di 20
posti letto da parte della casa di cura Città di Parma.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *