Violenza sull’amica ubriaca: uomo di 32 anni arrestato dai Carabinieri, e rimesso in libertà

29/2/2020 – Ha accusato di una ragazza di 20 anni che aveva bevuto troppo. Quando si è addormentata, l’ha spogliata e ha cominciato a palpeggiarla e a riprenderla con lo smartphone. Per questo un uomo di 32 anni del mantovano è stato arrestato l’altra notte dai Carabinieri di Reggiolo con l’accusa di violenza sessuale aggravata.

Questa mattina in carcere a Reggio la convalida dell’arresto: il Gip tuttavia ha rimetto in libertà l’indagato, imponendogli il divieto di avvicinamento alla vittima.

E’ stata la giovane, che vive nel reggiano, a denunciare la violenza ai carabinieri. Era uscita con un’amica per trascorrere la serata insieme, esono state raggiunte da un loro conoscente, appunto l’uomo di 32 anni poi arrestato.

Dopo la pizza hanno deciso di andare a vedere un film nell’abitazione dell’amica della vittima. Si sono però addormentate sul divano dopo aver abbondato con l’alcol. Il gentiluomo ne ha approfittato per abbassare il collant della ventenne, “palpeggiandole le natiche” e cercando di arrivare alle parti intime. Il tutto ripreso con il cellulare. All’improvviso la ragazza è caduta dal divano, si è vista con i collant abbassati e il conoscente col cellulare in mano. E’ riuscito a strapparglierlo e ha svegliato l’amica raccontandole tutto. Quindi l’intervento dei carabinieri che alla luce della flagranza di reato, hanno arrestato l’uomo, peraltro tornato in libertà.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *