Senegalese evade dai domiciliari e fa il matto in Questura
Allaga le camere di sicurezza e spacca il lunotto di una Volante

14/2/2020 – Prima ha spaccato il lavandino della sua cella, provocando l’allagamento delle camere di sicurezza della Questura. Poi con una poderosa testata ha infranto il lunotto posteriore dell’auto della Volaente che doveva portarlo in carcere. Si è così concluso alla Pulce, in attesa del giudizio per direttissima, il giovedì nero di un senegalese di 23 anni, Aziz Abdoul Kante, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

L’altra sera, erano le 20,30 gli agenti della Volante della Questura si sono presentati a casa sua per un controllo, Però lui non c’era. E’ ricomparso dopo un quarto d’ora (non èchiaro dove fosse andato) e la pattuglia, che lo aspettava davanti all’ingresso del condominio, lo ha arrestato per evasione e lo ha portato in via Dante. Qui, il pomeriggio successivo,alle 15,30, ha danneggiato il lavandino della camera di sicurezzarendendolo inservibile e soprattutto renendo inagibili anche altre celle. A quel punto era inevitabile il traverimento in carcere: quando lo hanno portato fuori dalla Squadra Volanti, dove era in attesa l’auto per il trasferimento, si è divncolato in modo fulminio e con una testata ha rotto il lunotto posteriore.

A termine degli accertamenti sanitari (prognosi zero giorni), il KANTE veniva a mezzo ambulanza e scortato dagli scriventi, tradotto presso la locale casa circondariale in attesa della direttissima l’indomani. E’ stato denunciato per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.