Quando in Comune è sempre carnevale
Castelnovo Sotto, il sindaco vieta l’ingresso negli uffici agli animali di più di 10 chili. E gli umani?

DI MARCO CATELLANI *

16/2/2020 – “Il Sindaco di Castelnovo sotto Francesco Monica stupisce ancora, tirando fuori dal cilindro  un pezzo da novanta.

Le sconvolgenti allucinazioni kafkiane, caratterizzate da deliranti assurdità fanno decisamente un baffo ai provvedimenti del primo cittadino castelnovese, che salirà sicuramente alla ribalta nazionale per essere stato il primo Sindaco che non si è preoccupato solo  di far quadrare il Bilancio Comunale, ma di inserire in Municipio anche la “Bilancia Comunale” per  cani.

Non è uno scherzo, se non fosse per la preoccupante sorte dei dogo argentini ci sarebbe solo da ridere a crepapelle, ma purtroppo non è così. Con l’Ordinanza n. 3/2020 “Divieto di introduzione di animali di peso superiore ai 10 Kg negli immobili occupati dagli Uffici del Comune di Castelnovo Sotto per 12 mesi”, commette un atto discriminatorio nei confronti di tutti gli utenti, dimostrando che a Monica non interessa se i cani  dei suoi cittadini sono educati,  hanno il guinzaglio e la museruola, ma solo il peso e se saranno più di 10 kg verrà chiusa loro  la porta in faccia.

La brava Emma, partner nella pet therapy, alle prese con la bilancia

Per chi ancora nutrisse dei dubbi sulla buona fede e del modus operandi del Sindaco e dei suoi dirigenti, se non dovesse bastare la ridicola bilancia comunale, aggiungo  il provvedimento n. 949/18 notificato sulla piattaforma SIAMM (piattaforma per le spese di giustizia) dopo il passaggio in giudicato della sentenza, la quale prevede la liquidazione delle spese di custodia a carico del Comune delle Terre di Mezzo.

Sarebbe opportuno che il Sindaco soppesasse le proprie responsabilità nei confronti della sorte dei Dogo Argentini, da tre anni in carico al Rifugio Canile  di Castelnovo di Sotto,  invece di preoccuparsi del peso dei cani.

Ora per i cittadini di Castelnovo Sotto nel Bilancio Comunale sarà conteggiata anche la Bilancia Comunale, mentre i dogo continueranno a non conoscere la loro sorte. 

*medico veterinario, esperto in comportamento animale

Condividi

Una risposta a 1

  1. Mario Rispondi

    16/02/2020 alle 19:22

    Invece portare dei dogo argentini e lasciarli dentro un edificio pubblico è da sani di mente giusto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *