Chiuso il magazzino-archivio del comune di Reggio dopo ispezione dei Vigili del fuoco. Inchiesta penale?
Interrogazione al sindaco della consigliera Rubertelli

5/2/2020 – Chiuso il magazzino generale del Comune di Reggio Emilia, in via Mazzacurati, per la mancata osservanza di normative anticendio. La sospensione dell’attività è stata decisa dopo una ispezione dei vigili del fuoco. E sembra che una denuncia alla magistratura abbia messo in moto un’inchiesta penale. La notizia clamorosa, che meriterebbe il condizionale perchè il Comune – interpellato in merito – sino a questa mattina non aveva dato risposte. Ma oggi la capogruppo di Alleanza Civica in consiglio comunale, Cinzia Rubertelli, ha diffuso il testo di una interrogazione al sindaco Vecchi, appena protocollata, proprio sulla sospensione di ogni attività al magazzino di via Mazzacurati. L’esponente civica, candidata nella Lega alle ultime regionali, chiede al sindaco di chiarire la situazione e anche le responsabilità”. Fra l’altro il dirigente responsabile della struttura è Roberto Montagnani per il quale la riconferma a seguito di selezione, viene data per scontata e persino scritta in busta chiusa con settimane d’anticipo.

I magazzini comunali di via Mazzacurati

Il magazzino di via Mazzacurati non è una cantina qualsiasi, ma una struttura-chiave per l’attività dell’amministrazione reggiana: vi ha sede il deposito degli archivi comunali (la ricerca di ogni documento deve partire da lì), l’ufficio oggetti smarriti, comprese decine di biciclette in cerca di padrone, e anche una intera biblioteca di oltre centomila libri dismessi dalla Panizzi.

I libri della Panizzi nel magazzino di via Mazzacurati

Rubertelli scrive che “i magazzini comunali di via Mazzacurati risulterebbero oggetto di una nota sospensiva dell’attività in seguito ad accertamenti relativi all’omesso rispetto della normativa antincendio” e rileva che “se confermata tale situazione risulterebbe gravissima non solo per la natura pubblica dell’immobile, ma soprattutto per il danno in termini di operatività dell’amministrazione”.

Di conseguenza la consigliera chiede se la notizia corrisponda a verità, “quali azioni si intendono porre in essere al fine di risolvere il problema; se fossero state ricevute delle prescrizioni precedentemente i fatti richiamati; se sia in corso un’azione penale in merito” e “quali azioni intende avviare al fine di individuare le responsabilità di tale situazione”.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Chiuso il magazzino-archivio del comune di Reggio dopo ispezione dei Vigili del fuoco. Inchiesta penale?
Interrogazione al sindaco della consigliera Rubertelli

  1. fausto Poli Rispondi

    05/02/2020 alle 21:32

    Fausto Poli. Ci andai tempo fa per una pratica. Gli archivi spno da spolverare e ripristinare. Problemi di regolarita’ ?

  2. carlo baldi Rispondi

    06/02/2020 alle 14:12

    Strano. Il magazzeno, di proprietà comunale, costruito circa 30/40 anni fa è stato occupato negli anni novanta da beni del Comune che prima erano sparsi in diversi magazzeno in affitto.
    Gli uffici tecnici del Comune, mi sembra diretti dall’ing. De Silvestro, si adoprarono per adattarlo alle esigenze ( si trattava di una grande capannone in ottimo stato , realizzato da poco, e completamente vuoto da beni e cose) . La decisione di trasferimento, previa disdetta di tutti i contratti di affitto relativi, venne presa dal sottoscritto negli anni ’90, allora assessore, facendo ottenere al Comune un significativo risparmio di canoni di locazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.