Giorno delle foibe
Manifestazione in piazza Prampolini con Antonella Sirna, che ebbe sette famigliari trucidati dai titini
E il comune, come sempre, ignora

7/2/2020 – Il Giorno del Ricordo dedicato alle vittime delle foibe dell’Istria e del Friuli, e delle stragi perpetrate dell’armata comunista jugoslava durante e dopo la guerra, viene celebrato domani anche a Reggio Emilia, non su iniziativa delle istituzioni (come sarebbe doveroso per una ricorrenza civile riconosciuta con legge dello Stato) bensì di un ampio coordinamento di cittadini impegnati per lo più in Forza Italia, Fratelli d’Italia, nella Lega e nel mondo civico.

La manifestazione, com’è ormai tradizione, avrà luogo in piazza Prampolini a partire dalle 10,30 sino alle 13, con striscioni, interventi e un momento di raccoglimento per i caduti.

“La Giornata del Ricordo, riconosciuta con legge dello Stato – rileva il Coordinamento dell’8 Febbraio – è dedicata agli Italiani di Istria, Fiume, Dalmazia e Terre Giulie che – durante la Seconda Guerra Mondiale e nel Dopoguerra – vennero fatte oggetto di stragi – anche nelle Foibe carsiche – e costrette all’esodo di massa dai partigiani Jugoslavi comunisti di Tito.
Interverrà con la sua testimonianza Antonella Sirna, figlia di Mafalda Codan, cui la Repubblica Italiana ha riconosciuto nel 2015 sette medaglie per ognuno dei famigliari trucidati dai partigiani di Tito”.
La manifestazione “sarà composta da cittadini senza bandiere di partito, ma solo con Bandiere Nazionali italiane tricolori“.

Anche quest’anno il Comune di Reggio Emilia ha deciso di ignorare la manifestazione, nonostante Reggio abbia non pochi debiti e non poco da farsi perdonare dai discendenti degli esuli istriani, cacciati dalle loro case, privati di tutto e accolti dai comunisti emiliani come malfattori.

Il Coordinamento del Giorno del Ricordo
Fausto Aguzzoli, Isabella Albertini, Alessandro Aragona, Nicola Azzali, Laurenzia Azzolini, Pierluigi Bagnoli, Maurizio Barilli, Luca Bergamini, Sergio Bevilacqua, Alberto Bizzocchi, Renato Braccini, Federico Braglia, Paolo Brunazzi, Massimiliano Camurani, Ivaldo Casali, Alessandro Casolari
Maura Catellani, Massimiliano Coloretti, Paolo Comastri, Fabio Davalli, Liliana Dazzi, Elena Diacci, Marco Eboli, Daniele Erbanni, Prospero Ferrarini, Moeris Galaverni, Roberto Giampietri, Armando Gobbi, Letizia Iori, Roberto Lanzoni, Cristiano Lugli, Andrea Nanetti, Manuel Negri, Pietro Negroni, Andrea Panciroli, Fabio Pederzoli, Federica Prati, Maurizio Rabotti, Elena Ravelli, Pier Luigi Riccò, Roberta Rigon, Cinzia Rubertelli, Fabio Ruini, Franco Sartini, Ugo Scaramuzza, Ermanno Sezzi, Luca Tadolini, Paolo Torricelli, Giordano Valentini, Xiaote Cai, Paolo Zecchetti.

DOMENICA CONCERTO ALL’AUDITORIUM DEL PERI

Concerto domenica mattina alle ore ore 11, nell’auditorium ‘Gianfranco Masini’ dell’Istituto musicale Peri-Merulo di Reggio Emilia (via Dante Alighieri 11) per il Giorno del Ricordo.

L’ ‘Omaggio a Beethoven’, che vedrà protagonisti gli allievi delle classi di musica vocale da camera del professor Reiko Sanada e musica da camera del professor Leonardo Bartali del Conservatorio ‘Arrigo Boito’ di Parma.

Il concerto si inserisce all’interno dell’Ora della Musica, il cartellone di concerti della domenica mattina, giunto quest’anno alla 39ma edizione.

L’ingresso è libero e limitato ai posti disponibili.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Maria Boncina Rispondi

    17/10/2020 alle 15:52

    Ho conosciuto Mafalda Codan che mi ha onorata della sua amicizia e sono felice che Antonella che ricordo poco più che giovinetta ne porti avanti il ricordo e l’appassionato amor patrio. Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *