Furto in stalla con richiesta di riscatto: era il dipendente ad aver organizzato tutto

20/2/2020 – Si è presentato ai Carabinieri di Gattatico denunciando il furto di cinque gruppi di mungitura dalla propria. Un furto subito considerato anomalo dai militari: Il derubato, un imprenditore agricolo di 75 anni, aveva trovato nella stessa stalla un foglio scritto a mano con la richiesta di un riscatto di 400 euro per riavere indietro i gruppèidi muncitura rubati. Erano indicate anche le modalità di consegna che doveva avvenire a Sorbolo di Parma, a cura del suo unico dipendente. Il quale si è subito offerto di provvedere alla “commissione”: è andato a Sorbolo con i 400 euro ed è tornato in azienda con 4 gruppi di mungitura sui 5 spariti. Alle rimostranze del datore di lavoro, circa la mancanza di un gruppo mungitura, l’operaio riferiva di aver avuto indicazioni dai ladri su dove trovarlo, ovvero nei campi circostanti l’azienda derubata, dove, a detta dell’operaio, era statoabbandonato.

tutt<via i carabinieri non se la sono bevuta, e hanno concentrato le loro attenzioni sull’operaio di 43 anni, del quale l’anziano imprenditore nutriva la massima fiducia. Sarebbe proprio lui, secondo le conclusioni dei carabinieri, l’autore del trafugamento e della richiesta estorsiva. E’ stato così denunciato per furto ed estorsione in ordine ai reati di furto ed estorsione.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *