“Devo controllare i tubi del gas, metta i soldi in frigorifero”
Luzzara, farabutto ruba 2mila euro ad anziano di 85 anni

 1/2/2020 – «Devo controllare le tubature del gas, hanno segnalato delle perdite, metta in frigorifero i soldi che ha in casaper evitare che si rovinino al contatto con il gas».

Con questa frottola un malvivente ha derubato un anziano a Luzzara, impossessandosi di 2 mila euro in contanti.

E’ solo l’ultima di juna sequela di truffe agli anziani che sembra non finire mai, nonostante gli arresti e gli inviti continui dei carabinieri a non aprire agli estranei.

La vittima è un signore di 85 anni: il delinquente ha suonato a casa sua ieri alle 8,30, spacciandosi per un tecnico del gas incaricato di controllare le tubature a causa di segnalazioni di perdite. Entrato in casa, ha convinto l’anziano a mettere il gruzzolo nel frigorifero, è riuscito a distrarre la vittima, a impossessarsi dei soldi e a fuggire di gran carriera. L’anziano ha chiamato i carabinieri che hanno subito attivato le ricerche sul territorio, ma al momento senza esito.

La gazzella dei Carabinieri, 12 febbraio 2014. I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, con la collaborazione dei militari della Compagnia Roma Trionfale e del Nucleo Cinofili, hanno arrestato tre persone, due romeni di 24 e 36 anni in Italia senza fissa dimora, e un ragazzo di 32 anni, originario della provincia di Cosenza, ma residente a Roma, già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti. Il 24enne e l’italiano erano stati notati a bordo di una Bmw con targa bulgara mentre si aggiravano nel quartiere Trionfale. Alla vista dei carabinieri hanno tentato di eludere i controlli allontanandosi a velocità sostenuta. I militari sono riusciti a fermarli e subito sono scattate le perquisizioni dell’auto e dei due giovani che sono stati trovati in possesso di oltre 250 grammi di hashish, una decina di grammi di marijuana e, nascosti nell’abitacolo, 4 panetti di hashish del peso di oltre un chilo. A quel punto le verifiche sono state estese anche nei rispettivi domicili: il romeno è risultato essere alloggiato in una baracca in via di Tor di Quinto. Lì i carabinieri hanno scoperto il suo coinquilino, un altro romeno di 36 anni che faceva la guardia a un borsone, al cui interno sono stati recuperati 41 panetti di hashish, del peso complessivo di 10 Kg, e una busta in cellophane contenente 1,2 Kg di marijuana. Nel borsone, inoltre, i carabinieri hanno trovato e sequestrato anche valori bollati nazionali di dubbia provenienza. A casa del 32enne calabrese, invece, i carabinieri hanno sequestrato una decina di grammi di cocaina e altri 10 di marijuana. ANSA/ CARABINIERI +++ HO – NO SALES, EDITORIAL USE ONLY +++

Nell’occasione, il comando provinciale dei Carabinieri ribadisce i i propri consigli ad anziani e famigliari:

–       non aprire agli sconosciuti e non farli entrare in casa. Diffidare degli estranei soprattutto se siete soli in casa;

–       non mandare i bambini ad aprire la porta;

–       prima di aprire la porta, controllare dallo spioncino e, se si ha di fronte uno sconosciuto aprire con la catenella attaccata;

–       in caso di consegna di lettere, pacchi o qualsiasi altra cosa, chiedere che vengano lasciati nella cassetta della posta o sullo zerbino;

–       prima di far entrare estranei, accertarsi della sua identità ed eventualmente farsi mostrare il tesserino di riconoscimento. Prima di farlo entrare comunque telefonate all’ufficio di zona dell’Ente per verificare la veridicità dei controlli da effettuare. Attenzione a non chiamare utenze telefoniche fornite dagli interessati perché dall’altra parte potrebbe esserci un complice;

–       tenere a disposizione, accanto al telefono, un’agenda con i numeri dei servizi di pubblica utilità (Enel, Telecom, Acea, etc.) così da averli a portata di mano in caso di necessità;

–       non dare soldi a sconosciuti che dicono di essere funzionari di Enti pubblici o privati di vario tipo. Utilizzando i bollettini postali avrete un sicuro riscontro del pagamento effettuato;

–       mostrare cautela nell’acquisto di merce venduta porta a porta;

–       se inavvertitamente si apre la porta ad uno sconosciuto non perdere la calma. Invitarlo ad uscire dirigendovi con decisione verso la porta.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.