Coronavirus, primo decesso
Settantenne della “zona rossa” lombarda morto al Maggiore di Parma

26/2/2020 – Il bollettino del coronavirus in Emilia-Romagna regista oggi, oltre a ben 17 nuovi casi di positività, anche il primo decesso: un cittadino lombardo di 70 anni, affetto da “importanti patologie pregresse” è morto all’ospedale Maggiore di Parma. Proveniente da uno dei comuni della “zona rossa” lombarda, era stato ricoverato all’ospedale di Piacenza, poi trasferito in terapia intensiva a Parma.

L’ospedale Maggiore di Parma

A scopo precauzionale, la Protezione civile regionale è già pronta ad allestire nuovi moduli provvisori per il triage, dove poter sottoporre le persone ai primi controlli prima di accoglierle all’interno dei servizi ospedalieri. Soprattutto a tutela degli operatori sanitari.

Oltre alle 3 già messe in campo nel piacentino, ne sono in arrivo altre all’esterno di diversi nosocomi della regione.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.