Cinque legnate cinque: la Reggiana stramazza a Carpi

DI PAOLO COMASTRI

10/2/2020 – Inattesa legnata per la Reggiana che al Cabassi di Carpi viene ammutolita con un inappellabile 5 – 1.

Giornata quindi nerissima per i granata e cocente delusione per tutti i quasi 2 mila500 supporter reggiani scesi a Carpi con ben altre speranze…..

Grande animosità in campo fin dal fischio d’inizio dell’arbitro Santoro di Messina: la Reggiana si espone di più in avanti anche se le occasioni da rete sono poche da entrambi i fronti. L’occasione per trovare il vantaggio arriva al 20’ con Rossi che serve Kargbo ma viene atterrato in area da Nobile, calcio di rigore e giallo per il portiere. 

Zamparo è una sentenza: quinto gol in quattro partite e anche in questo caso il portiere avversario esce spiazzato.

Detto dell’uscita di Radrezza, al 30′ rimane a terra per diverso tempo dopo aver sbattuto la faccia a terra, viene portato fuori in barella dai soccorritori, arriva un cenno alla panchina di fare il cambio (entrerà Zanini) ma pochi secondi dopo la sostituzione Radrezza si alza di scatto dalla barella e rientra negli spogliatoi inferocito.

Lì si sentirà male di nuovo, al punto da essere portato in ospedale per una Tac che poi non ha fortunatamente rivelato nulla di grave.

Il Carpi vive di ripartenze e una di queste castiga la Reggiana al 32’: Sarzi-Puttini mette in mezzo la sfera, l’ex di turno Cianci insacca da pochi passi in sospetta posizione di fuorigioco.

Da quel momento notte fonda per la squadra granata, che subisce altri due gol di Cianci (in tutto saranno 3) e Biasci (doppietta).

Tutta da decifrare ora la difesa granata in vista della partita di lunedì 17 febbraio contro l’Arzignano: Spanò è stato espulso, Rozzio è uscito infortunato e al centro l’emergenza è totale.

Per quanto riguarda la classifica, a Pesaro la capolista Vicenza non è andata oltre l’1-1. Un pari che porta la squadra di Domenico Di Carlo a più 6 dalla Reggiana, con il Carpi che resta dietro di un punto.

Il tabellino

Carpi-Reggiana 5-1 (finale)

Marcatori: pt 22′ Zamparo (R), 32′ Cianci (C), 50′ Biasci (C); st 9′ e 23′ Cianci (C), 36′ st Biasci (C).

Carpi (4-3-1-2): Nobile; Simonetti, Sabotic, Ligi, Sarzi Puttini (6′ st Varoli); Saber, Pezzi, Saric; Maurizi; Biasci, Cianci (27′ st Carletti). Panchina: Rossini, Celeste, Varga, Mastaj, Carta, Bellini, Fofana, Simonetti, Maurizi, Boccaccini. Allenatore: Riolfo.

Reggiana (3-4-1-2): Venturi; Spanò, Rozzio, Martinelli; Lunetta (12′ st Scappini), Varone, Rossi (12′ st Valencia), Kirwan (1′ st Libutti); Radrezza (30′ pt Zanini); Kargbo, Zamparo. Panchina: Voltolini, Favalli, Espeche, Pellizzari, Serrotti, Brodic. Allenatore: Alvini.

Arbitro: Alberto Santoro di Messina (Massimo Salvalaglio di Legnano e Riccardo Vitali di Brescia).

NOTE – Presenti sulle tribune i sindaci delle due città, Alberto Bellelli e Luca Vecchi. Angoli 4-1 per la Reggiana. Espulso Spanò al 35′ del secondo tempo. Ammoniti Rossi, Biasci, Nobile, Saber, Maurizi, Varone. Recupero: 4′ nel primo tempo, 3′ nel secondo tempo.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *