Bullismo pericoloso
Rissa fra minorenni ai Petali: uno in ospedale col polso fratturato, gli altri cinque nei guai

6/2/2020 – Un ragazzino ferito con prognosi di 30 giorni per una frattura ad un polso e altri cinque, tutti minorenni come la vittima, nei guai con l’accusa di concorso in rissa aggravata: è il bilancio di una rissa scoppiata i all’esterno del centri commerciale i Petali di Reggio Emilia tra un gruppetto di adolescenti che se le sono date di santa ragione sino all’arrivo della guardia giurata in servizio al centro commerciale, e poi di un equipaggio della sezione radiomobile dei carabinieri di Reggio Emilia che, dopo aver assicurato i soccorsi al ferito, sono riusciti a risalire a tutti i giovani coinvolti nella lite. Protagonisti 4 minori reggiani e un modenese (fra i 16 e i 17 anni) tutti denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna.

Il motivo di questi momenti degni di una scazzottata western? Stupidaggini da bulletti, così sembra, come sguardi di sfida e risate di scherno all’interno dei Petali ,poi degenerate con il regolamento in Piazzale Atleti d’Italia. Urla accompagnate da pugni e calci di fronte a tante persone allibite, che hanno chiamato il 112. I Carabinieri sono arrivati quando le parti erano già state divise dalla guardia giurata. Dopo aver garantito i soccorsi al ferito, portato in ospedale da un’ambulanza, i carabinieri hanno rintracciato e identificato tutti i responsabili della rissa.

A quanto pare, il parcheggio dei Petali è diventato il ring preferito fra i gruppi di ragazzi che si danno appuntamento per pestarsi a dovere. Una vera moda underground, in voga non da oggi a Reggio Emilia. In questo caso, però, è finita piuttosto male.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *