Vittoria d’autorità su Ravenna
Ora la Reggiana è a 5 punti dalla capolista
Commovente omaggio dello stadio a Francesco Rinaldini

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

13/1/2020 – Perentorio successo della Reggiana sul Ravenna per 3 – 1.

Non solo un otttimo inizio del girone di ritorno, ma soprattutto una vittoria importantissima che porta i granata a 41 punti con solo 5 lunghezze di distacco dalla capolista Vicenza fermata sullo 0-0 in casa della Fermana.

Per quanto riguarda il Ravenna non è riuscito ad evitare il pesante ko; si tratta dell’ottavo passo falso nelle ultime 11 giornate e con questo risultato i giallorossi romagnoli sono piombati per la prima volta da inizio stagione in zona playout.

Ma per tornare ai granata a decidere la partita le reti di Marchi, Kargbo e Scappini, intervallate dal momentaneo 2-1 di Nocciolini ; da sottolieare a doppio tratto l’esordio in casacca granata del portere Venturi completamente ristabilito dopo in gravissimo infortunio al capo e dei nuovi acquisti Valencia, Zamparo e Favalli.

Buon rientro anche per Lunetta, che per infortunio non calcava il terreno di gioco dalla serata del centenario, 25 settembre con il Carpi.

Scappini e Marchi hanno raggiunto quota 8 in stagione, Kargbo ha segnato il sesto gol in campionato.

Il match ? Nel primo tempo il Ravenna gioca meglio e sfiora il vantaggio con Purro (4’) e con Papa (18’), ma in entrambi i casi non creano particolari pericoli. La Reggiana si sblocca al 34’ con Radrezza, che colpisce il palo su punizione, e con Marchi che poi trasforma il tap-in con un colpo di testa a seguire. Il Ravenna cerca di raddrizzare il match e ci va vicino con Giovinco al 43’ del primo tempo, quando la sua punizione si stampa sul palo.
La Reggiana inizia a testa bassa la ripresa e raddoppia con Kargbo: sfrutta il cross di Radrezza, e si gira bene tra i difensori romagnoli. Il Ravenna accorcia con Nocciolini, bravo a controllare di petto e insaccare di destro il gol del 2-1. Ma è il ravennate Mawuli, al 35’, a regalare l’assist all’ex Scappini per il gol del 3-1.

Marchi segna la prima rete

Bellissimo saluto di tutto lo stadio a Francesco “Rinna” Rinaldini, storico tifoso della Reggiana deceduto il 22 dicembre scorso; gli è stata tributata una commovente ovazione al suo ricordo, con due striscioni apparsi in Curva Sud e Distinti oltre a quello dei “Forever Ultras Ghetto”. In più quello mostrato dal Ravenna. “Rip Rinna” – il suo contenuto.

Risultati della 21ª giornata: Modena-Piacenza 0-0, Rimini-Feralpisalò 2-1, Virtus Verona-Gubbio 0-1 (sospesa), Fano-Padova 2-1, Carpi-Sudtirol 2-1, Arzignano-Imolese 0-1, Triestina-Sambenedettese 1-2, Fermane-Vicenza 0-0, Vis Pesaro-Cesena 1-0.

La classifica: Vicenza 46; Carpi 42; Reggiana 41; Sudtirol e Padova 36; Piacenza 35; Sambenedettese 31; Modena e Feralpisalò 30; Virtus Verona 27; Triestina 26; Cesena 24; Vis Pesaro e Fermana 22; Gubbio e Ravenna 18; Imolese 17; Arzignano e Fano 16; Rimini 15.

Il tabellino

REGGIANA – RAVENNA 3-1

Marcatori: pt 34′ Marchi (Re); st 11′ Kargbo (Re), 19′ Nocciolini (Ra), 35′ Scappini (Re).

Reggiana (3-4-1-2) Venturi; Spanò, Espeche, Martinelli; Libutti, Staiti (40′ st Zanini), Rossi, Favalli (30′ st Lunetta); Radrezza (21′ st Valencia); Marchi (21′ st Zamparo), Kargbo (30′ st Scappini). A disposizione: Voltolini, Galeotti, Santovito, Favale, Haruna, Muro, Brodic. Allenatore: Alvini.

Ravenna (3-5-2) Cincilla; Caidi, Sirri (12′ pt Nigretti, 15′ st Grassini), Ronchi; Zambataro (44′ st Fiorani), Lora (15′ st Mawuli), D’Eramo, Papa (15′ st Selleri), Purro; Nocciolini, Giovinco. A disposizione: Spurio, Jidayi, Ricchi, Mustacciolo, Bezzi. Allenatore: Foschi.

Arbitro: Daniele Rutella di Enna (Alessandro Maninetti di Lovere e Nicola Tinello di Rovigo)

Note – Spettatori: 6.156. Angoli 4-2 per la Reggiana. Ammoniti Nigretti, Rossi, Martinelli.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *