Violenta la ex, la perseguita e la sequestra in casa: denuncia e divieto di avvicinamento per un uomo brutale

19/1/2020 – Il Tribunale di Reggio Emilia ha vietato a un uomo di 36 anni di avvicinarsi a meno di 500 metri da tutti i luoghi frequentati dalla ex fidanzata di 35 anni. Inoltre gli ha vietato di comunicare con qualsiasi mezzo con lei. L’operaio è stato denunciato dai Carabinieri di Castelnovo Monti per atti persecutori, violenza sessuale, violazione di domicilio aggravata, sequestro di persona e lesioni personali. Da qui la richiesta della misura cautelare avanzata dalla Procura della Repubblica, e determinata dal gip reggiano.

Dal mese settembre scorso sino al giorno di Natale, l’uomo si sarebbe macchiato “di una serie di gravi condotte consistenti in atteggiamenti vessatori, continue telefonate insistenti, continui pedinamenti , appostamenti sotto casa” sino ad arrivare ad abusare sessualmente dell’ex approfittando di un incontro chiarificatore a casa di lei, usarle violenza “e impedirle di uscire dalla palestra qualora non riprendesse il rapporto sentimentale”.  Tra telefonate continuae e vessatorie, pedinamenti, appostamenti sotto casa in un clima di terrore, si è arrivati alla vigilia di Natale quando l’uomo si è introdotto nell’abitazione della donna passando da finestra, l’ha chiusa nel bagno e l’ha gettata a terra provocandole lesioni guaribili in sei giorni.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *