Via Turri: preso un altro pusher con allucinogeni, hascisc e bilancino

25/1/2020 – Un arresto al giorno riuscirà a levare lo spaccio di torno? Le forze dell’ordine almeno ci provano e senza lesinare gli sforzi nella zona perennemente calda della stazione ferroviaria di Reggio Emilia.

Nei guai questa volta è finito un uomo di 43 anni che abita in città e che aveva fissato in via Turri la sua base operativa. Il controllo degli uomini dell’Arma è scattatoo nel pomeriggio di ieri, quando una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia di corso Cairoli ha notato proprio in via Turri due persone intente a uno “scambio”: uno di questi era appunto il 43 enne. In tasca aveva 5 grammi di allucinogeni e due grammi di hascisc, mentre nello zaino aveva gli attrezzi del mestiere: bilancino di precisione e telefono cellulare. E a casa aveva uno altro bilancino. Accompagnato in caserma, è stato arrestato con l’accusa di detenzione di stupefacenti e posto ai domiciliari in attesa delle decisioni dell’autorità Giudiziaria. L’acquirente, un ragazzo , è stato segnalato come assuntore.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Dudu' Rispondi

    25/01/2020 alle 11:55

    “Accoglienza” alle spalle dei cittadini reggiani onesti ?
    Ma chi è che vi vota ancora ? Bel coraggio..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *