Operazione riuscita, tendine ricostruito: sta meglio Samir,
il cane antidroga ferito a una zampa alle ex-Reggiane

31/1/2020 – Sta meglio ed è in buone condizioni Samir, il pastore tedesco dell’Unità cinofila della Polizia provinciale rimasto ferito da un coccio di bottiglia ad una zampa mercoledì, nel corso di una operazione interforze coordinata dalla Questura nei capannoni delle ex Reggiane. Lo fa sapere l’ufficio stampa della Provincia di Reggio Emilia.

Samir con la veterinaria Loretta Boni

“Oggi pomeriggio Samir è stato riaccompagnato dal suo istruttore nell’ambulatorio di Loretta Boni, la veterinaria di Castelnovo Monti che lo segue dall’inizio come tutor anche nell’addestramento: sta bene, ha reagito positivamente all’intervento di ricostruzione parziale di un tendine e alla complessa saturazione interna ed esterna che ha dovuto subire, dovrà essere sottoposto a medicazioni a cadenza settimanale, ma entro un mese dovrebbe essere in grado di tornare in perfette condizioni”, spiegano il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni, ed il comandante della Polizia provinciale, Lorenzo Ferrari.

Samir, che ha 8 anni, da quasi sette rappresenta il Nucleo cinofilo della Polizia provinciale, dopo un percorso formativo svolto all’Università di Pisa, dove la Facoltà di medicina veterinaria ha anche attivato un corso di laurea triennale in Tecniche di allevamento del cane di razza ed Educazione cinofila.

Da diversi anni Samir supporta polizia e carabinieri nelle attività di polizia giudiziaria o nelle operazioni di prevenzione crimine tanto che, nel 2019, insieme al suo istruttore è stato impiegato su tutto il territorio provinciale in 33 operazioni, contribuendo al ritrovamento di diversi quantitativi di sostanze stupefacenti.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *