Le enormi potenzialità di Reggio vanificate da una Giunta priva di visione

DI CLAUDIO BASSI*

23/1/2020 – La straordinaria notizia della presentazione della nuova monoposto Ferrari al Teatro Municipale conferma le enormi potenzialità di Reggio Emilia a livello internazionale.

Purtroppo tali opportunità sono quotidianamente vanificate da una giunta che non ha una visione di città.

Così Reggio è una scatola vuota perchè non sfrutta le infrastrutture che ha avvedutamente posizionato nell’area Nord. Il cosiddetto NODO MEDIOPADANO stadio, centro commerciale “I Petali”, casello autostradale, Ponti di Calatrava, Parco Industriale, Stazione Ferroviaria Alta Velocità è un landmark (parametro di sviluppo territoriale) che Parma, Modena, Bologna si sognano.

Lo stesso Tecnopolo può diventare il laboratorio della Reggio del futuro. Invece tutto è ridotto a spot elettorale, dall’inaugurazione del Capannone 17 all’Arena Campovolo che si potrà sfruttare al massimo per 100 giorni all’anno.

Non è una questione ideologica, bensì una prospettiva di lungo termine. L’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Benassi comprese l’importanza di costruire una tangenziale Nord a quattro corsie che le città vicine ci invidiano.

Era il partito comunista che preparava i suoi esponenti a dirigere un ente locale. Il Pd odierno, confuso tra le riqualificazioni e le rigenerazioni urbani a go go, manca di uno scatto progettuale. Il 26 gennaio si vota anche per un modello di governo che deve rilanciare il sistema Emilia in ambito nazionale. Molto è stato fatto, ma si può fare di più!

Lucia Borgonzoni e Claudio Bassi
  • *vicepresidente vicario del consiglio comunale di Reggio Emilia, candidato di Forza Italia
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *