“Cedolini irregolari e mezzi di trasporto inidonei”: appalti postali Lid in sciopero a Reggio

6/1/2020 – Sciopero per tutta la giornata di martedì 7 gennaio dei dipendenti della LID srl, azienda di trasporti e logistica che ha in appalto da Poste Italiane lo smistamento della posta in tutti gli uffici della provincia di Reggio Emilia. L’agitazione è stata proclamata dal sindacato Slc – Cgil a seguito di un’assemblea del 12 dicembre in cui i dipendenti hanno sollevato “alcune problematiche che si trascinano già dall’appalto precedente con TMA distribuzione a cui è subentrata da giugno 2019 LID Srl”, e in particolare irregolarità nelle buste paga e mancata consegna dei cedolini, nonchè “mezzi di trasporto aziendali inidonei per le consegne, spesso senza regolare rifornimento di carburante”. questioni su cui, sottolinea il sindacato, non sono pervenute risposte da parte di Lid “che consentano di aprire un confronto”.

La SLC-CGIL “ritiene necessario ribadire che le future gare di appalto da parte del Committente Poste Italiane debbano prevedere clausole di recesso in caso di mancato rispetto dei contratti e delle normative vigenti, in modo da poter garantire la dovuta tutela a lavoratori”.

“Purtroppo nel settore degli appalti postali ci si trova spesso di fronte ad aziende che sfruttano i lavoratori assumendoli con contratti part-time involontario con bassi salari e non sempre pagati regolarmente – denuncia il sindacato – Ci scusiamo per gli eventuali problemi che potranno avere i cittadini che non si vedranno recapitare la posta, ma la misura è colma e non riteniamo più procrastinabile ulteriori rinvii”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *