Bonaccini, supercena elettorale firmata da Bottura: mille euro a testa

L’invito per la cena di finanziamento elettorale di Bonaccini con lo chef Massimo Bottura

20/1/2020 – La notizia circolava di giorni, ora è arrivata la conferma da fonti autorevoli (vedere l’invito sopra). Stefano Bonaccini corona una campagna elettorale senza respiro e molto ma molto dispendiosa concedendosi una supercena di finanziamento a Modena, con superchef planetario e anche un superprezzo.

Questa sera, lunedì 20, lo chef multistellato Stefano Bottura, che con la sua Osteria Francescana ha conquistato il titolo di miglior ristorante del mondo, firma una cena per finanziare la campagna elettorale del governatore ricandidato: l’appuntamento è alle 20 al Convivio di via Ginzburg 39, a Modena, lo Spazio Eventi di Bibendum Group.

Un evento non esattamente pop: si parla di una cinquantina di persone che, per assaggiare i piatti di Bottura, verseranno mille euro a testa a pro della campagna elettorale di Bonaccini. Non saranno nè lavoratori precari, nè immigrati e tanto meno famigliole o pensionati che tirano la fine del mese.

C’è chi in questo evento vede una conferma della mutazione genetica del Pd emiliano, tuttavia bisogna avvertire che cene di finanziamento per “ricchi” non mancano mai nelle campagne elettorali, a destra e a sinistra.

Del resto chi non ha mai sognato, fra noi comuni mortali, di permettersi una cena importante firmata da Massimo Bottura? C’è chi si accontenta di un mojito al Papeete, e per questo viene sbeffeggiato, chi invece punta molto in alto, e poi giustamente, con i soldi incassati dai facoltosi commensali va a chiedere i voti ai lavoratori. In fin dei conti anche questo è un modo per restituire il maltolto al popolo vessato, inquinato e che al massimo può concedersi una pizza. Questa sì che è lotta di classe.

Pierluigi Ghiggini

BARGI (LEGA): “HAI RAGIONE ZINGARETTI: QUESTO PD S’HA DA SCIOGLIERE”

La sobrietà dei signori del Pd? Dopo i biglietti a sbafo ricevuti per andare a vedere le partite della Juve (gli organi di stampa riferiscono di una spesa di 48mila euro per 6 biglietti), oggi si apprende che il governatore uscente della Regione, Stefano Bonaccini, ha organizzato per questa sera una cena elettorale al Convivio di via Ginzburg 39, a Modena, a cura dello chef stellato Massimo Bottura, al costo di 1.000 euro a persona. Chissà quanti cassintegrati delle coop Unieco, Orion, Coopsette, e quante famiglie tradite dal prestito sociale di Cmr, parteciperanno al banchetto “stellato”. Se il Pd intende rappresentare in questo modo la sinistra operaia e le classi meno abbienti, vien da pensarla come il segretario Zingaretti: questo Pd s’ha da sciogliere!”. Stefano Bargi, capogruppo Lega in Regione e candidato a Modena

Condividi

9 risposte a Bonaccini, supercena elettorale firmata da Bottura: mille euro a testa

  1. Vietato fumare Rispondi

    20/01/2020 alle 10:57

    Lotta della Classe semmai… non di classe…:((

    L’unica cosa veramente democratica infatti in tutto cio’ ci pare il cattivo gusto, del resto oggigiorno il buon gusto non passa certo per mille euro sborsate per uno chef multistellato…anzi.

    Semmai piuttosto cenare invitati dal vicino marocchino che ha una moglie che fa un cus cus da urlo.
    Magari anche con un excursus storico culturale sul cus cus in Marocco-paesi arabi e la sua larga diffusione in Sicilia con relative differenze geografiche delle svariate ricette.
    Si tratterebbe di ciccia quindi; …non di fumo negli occhi.

  2. Vale Rispondi

    20/01/2020 alle 12:47

    Redazione: quanta faziosità metti?
    Ghiggini: sì

    • Pensa Pansa Rispondi

      21/01/2020 alle 09:02

      Quale faziosità…
      ad esempio quella che a Reggio ha impedito allo straordinario e appena scomparso giornalista Giampaolo Pansa di parlare e svolgere regolare presentazione di un libro..oppure quella storica locale che alla fine della seconda guerra ha visto gruppi di omuncoli sinistrorsi torturare e uccidere preti e chi non era allineato con loro?…
      O quale altra…?

      Così sa…tanto per conoscere bene la Storia.

  3. Guido Giannetto Rispondi

    20/01/2020 alle 13:57

    Personalmente una cena in questo ristorante non l’ho mai sognata; per mangiare 3 tre tortelli alla mostarda o confettura di prugna preferisco il tegame abbondante che cucina mia moglie con le coste/ bietole del mio orto.. .

    • Margherita Micheli Rispondi

      21/01/2020 alle 11:09

      Più che d’accordo!

  4. giovanni Rispondi

    20/01/2020 alle 15:03

    Mille euro per una cena: perfetta radiografia del sostenitore medio di Bonaccini

  5. Ivan Rispondi

    20/01/2020 alle 15:13

    … non condivido niente di questo tipo di sostenimento ad una campagna elettorale … non tanto per i mille euro, quanto per il fatto che chi parteciperà a questa cena non è sicuramente vicino a quel mondo della sinistra che vota da 50 anni in Emilia-Romagna … evidentemente questo dovrebbe ragionare il PD su cosa è diventato …

    … al giornalista Ghiggini vorrei dire che comunque preferisco lo schifo di questa cene a finanziamento occulti russi …

    • Detti&Contraddetti Rispondi

      21/01/2020 alle 09:10

      Se fosse stata reale quella del finanziamento occulto russo a quest’ora Salvini era altro che processato..non le pare?
      Secondo me invece, Gentile Ivan, basta solo vedere bene lo schifo – ovunque si manifesti e trasversalemente.

      Senno poi si ricade sempre in questo vecchio detto :

      Disse la vacca al mulo: ti puzza un poco il culo.
      Disse il mulo alla vacca: forse sarà la cacca.

  6. Guido Rispondi

    21/01/2020 alle 18:29

    Al peggio non c’è limite. Non è un luogo comune ma é la presa di coscienza che questi pensano solo ai fatti loro !!! Io non so com’è saranno gli altri se per caso domenica prossima dovessero vincere. Ma di certo conosco questi!! E non meritano nulla!! Hanno distrutto tutto quello che hanno fatto i ns padri,,,

Rispondi a giovanni Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *