Angeli e Demoni: Forza Italia e Lega con la Procura
“108 imputazioni confermano che il sistema era marcio”

14/1/2020 – Gianluca Vinci, deputato reggiano della Lega e segretario del Carroccio in Emilia, esprime soddisfazione per la notizia della conclusione delle indagini notificata oggi agli indagati dell’inchiesta Angeli e Demoni.
“Esprimiamo il nostro massimo appoggio alla magistratura reggiana
che sta proseguendo sulla strada della verità e della giustizia,
affrontando un’indagine politicamente difficile per i tentativi di soffocare ogni evidenza messi in atto dalla sinistra”,
commenta Vinci. “La notizia di oggi è un’ulteriore conferma che il lavoro della Procura ha portato a un documento di chiusura indagine e non di archiviazione”, sottolinea il parlamentare, che ribadisce “totale sostegno a chi difende i diritti dei bambini e delle famiglie”.
Stefano Bargi consigliere regionale e ricandidato capolista a Modena del Carroccio, aggiunge: “Non c’è che dire: a quanto pare
Bibbiano non sarebbe stato solo un piccolo raffreddore come lo
aveva definito Giuliano Limonta, presidente della Commissione
tecnica regionale sui minori voluta dal governatore dell’Emilia,
Bonaccini, dopo i gravissimi fatti emersi dalle pratiche degli
affidi dei minori in Val d’Enza”. E’ “quanto viene da pensare-
spiega Bargi- considerando come, rispetto ai 102 capi di
imputazione inizialmente contestati, oggi la Procura di Reggio ha
fatto sapere di aver proceduto all’avviso di conclusione indagini
in ordine a 108 capi di imputazione”.

Come ha annunciato il leader Salvini, la Lega concluderà la campagna elettorale per le regionali proprio a Bibbiano “perchè con i bambini non si scherza.

Benedetta Fiorini, deputata reggiana di Forza Italia, punta il dito direttamente sulla sinistra che “ha cercato di derubricare a vicenda locale e poco importante una inchiesta, quella ‘Angeli e Demoni’ sui presunti
affidi illeciti in Val d’Enza, che è invece una pagina nerissima
non solo per la nostra comunità regionale ma per tutto il
Paese”, dice. “Ne siamo convinti oggi piu’ che mai, a chiusura
delle indagini, con la Procura di Reggio Emilia che non solo
conferma l’impianto accusatorio ma lo ritiene rafforzato, Rimaniamo garantisti come sempre, ma 108 capi di imputazione sono una chiara evidenza di un sistema marcio che ha pregiudicato la serena esistenza di tanti minori e di tante famiglie, strappando gli uni alle altre, senza nessun
motivo valido ed accettabile”. Ecco perche’, conclude la
parlamentare azzurra, “serve intervenire urgentemente in materia
di normativa degli affidi”

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *