Grissin Bon sconfitta a Milano 89-78
Ma esce a testa alta dal Forum di Assago
Ora Johnson-Odom è un problema

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri
2/12/2019 – Seppur sconfitta per 89-78 la Grissin Bon non esce con le ossa rotte dal Forum di Assago grazie a una gara giocata davvero con il cuore, fino all’ultimo minuto, approfittando anche di una serata pessima al tiro per i giocatori dell’Olimpia.
Nota dolente invece è Johnson-Odom che non sta per nulla ingranando nei meccanismi di coach Buscaglia; nel primo tempo si prende tre soli tiri, tutti sbagliati, mandando a segnare i compagni (5 assist alla fine). Si mette in proprio a metà terzo quarto segnando una tripla, poi sbaglia tutte le conclusioni dell’ultima frazione comprese quelle che avrebbero riportato i suoi in partita.




Finisce con un 2/11 l’ennesima gara con tante, troppe, ombre e pochissime luci: ora DJO è ufficialmente diventato un problema.
Ad ogni buon conto la sconfitta subita al Forum non rende giustizia alla partita di Poeta e compagni, che escono a testa alta dal campo dell’Olimpia essendo riusciti a restare in gara praticamente fino all’ultimo minuto.
Al fischio di inizio i quintetti: per Milano Rodriguez, Moraschini, Roll, Scola e Biligha, per Reggio Mekel, Johnson-Odom, Fontecchio, Upshaw e Owens.
L’Olimpia fa valere la propria fisicità e vola sul 12-5 dopo 3 minuti.
Buscaglia chiama subito timeout. La Grissin Bon riesce a recuperare parte del distacco, ma ha un Johnson-Odom al momento fuori fase e infatti entra Vojvoda. Pardon si distingue appena entrato per reattività ed il quarto termina 24-23.
Nel secondo quarto Mekel perde due palloni allo stesso modo, Milano non ne approfitta.
Al 15′ la Grissin Bon è già in bonus il che complica le cose in fase difensiva. Infatti grazie alla diversa fisicità l’Armani va in lunetta, ma non riesce ad infliggere un gap pesante agli avversari che grazie ad un buon giro di palla riescono a segnare dall’area.
Un superbo Scola però scava un solco nel finale di quarto per il 44-38 alla sirena.Al rientro dall’intervallo lungo Buscaglia lascia Mekel in panchina e parte con un parziale di 7-0, mentre Milano commette due violazioni di 24″. Poeta con 3 liberi arriva in doppia cifra, Johnson-Odom si sblocca dall’arco e la gara diventa avvincente con Micov unico protagonista per l’Olimpia.
Un antisportivo fischiato a Fontecchio porta in dote 5 punti e il nuovo vantaggio casalingo.
Reggio perde il filo della gara e l’Armani vola al +10 sul 66-56. Johnson-Odom sta diventando un corpo estraneo,  
Messina tocca Upshaw, mentre tira e si prende un tecnico, ma la sua squadre finisce avanti 75-62.E arriviamo all’ultima frazione di gioco con un iniziale scoatto d’orgoglio della Grissin Bon per un 4-0 di parziale, il distacco torna sotto la doppia cifra, con Mekel e Rodriguez che incantano il Forum con canestri di classe. Della Valle e Fontecchio invece perdono banali palloni.
La Grissin Bon è stanca  e fallisce alcuni tiri aperti che potrebbero riaprire del tutto la gara, sull’80-75 a 3′ dalla fine. Anche l’Armani ci mette del suo fallendo 3 triple di fila. Finisce 89-78 per Milano.

IL TABELLINO
A|X ARMANI EXCHANGE MILANO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 89-78
A|X ARMANI EXCHANGE MILANO: Della Valle 2, Micov 14, Biligha 4, Moraschini 4, Roll 11, Rodriguez 8, Tarczewski 11, Nedovic 7, Cinciarini, Burns 2, Brooks 9, Scola 14. Allenatore: Messina.
GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Johnson-Odom 5, Fontecchio 9, Pardon 10, Candi 2, Poeta 13, Vojvoda 5, Infante, Owens 12, Upshaw 15, Cipolla, Diouf, Mekel 7. Allenatore: Buscaglia.
Arbitri: Lo Guzzo, Borgioni, Morelli.
Parziali: 24-23; 44-38; 75-62
Note:fallo antisportivo a Fontecchio al 25′. Tecnico a Messina per aver toccato Upshaw durante un tiro.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *