Disastro a Treviso
Grissin Bon precipita dall’alto e si fa molto male
Un altro ceffrone che deve frar riflettere giocatori, staff e società

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

9/12/2019 – La Grissin Bon rimedia un altro sonoro schiaffone con la bruttissima sconfitta subita a Treviso e non tanto per il punteggio, 91 – 83, ma per come è maturata.

A dir poco sconcertanti gli ultimi due quarti di gioco dove la squadra che nella prima parte della partita aveva addirittura portato Treviso al -20 scompare letteralmente dal parquet di gioco.

Esulta quindi Max Menetti, l’ex di lusso portabandiera di esaltanti stagioni al timone della Pallacanestro Reggiana, ora al comando della De Longhi Treviso.

Al via del match in quintetto per la De’ Longhi Treviso ci sono Nikolic, Uglietti, Cooke, Fotu e Tessitori, risponde Reggio con Poeta, Upshaw, Fontecchio, Owens e Vojvoda. Treviso sotto l’egida di Solid World, parte bene con Isaac Fotu che segna tre canestri da sotto (7-5 al 3′).

La partita vive di un ritmo frenetico, le due squadre corrono e segnano con facilità. La squadra reggiana sembra trovarsi a suo agio nel gioco veloce, recupera palloni e passa in vantaggio con Vojvoda (15-16) al 6′.

Entrano Logan e Parks, ma Upshaw vola ancora in contropiede (7 punti nel 1° quarto) e aumenta il divario. Time out di coach Menetti sul 15-22 all’8′.

L’attacco trevigiano si inceppa e non trova il canestro per 4 minuti, Fontecchio segna ancora e il primo quarto, con un break finale di 10-0 per gli ospiti, si chiude 15-24 per la Grissin Bon che con il suo gioco a mille all’ora termina i primi 10′ con un eccezionale 9/12 da due punti.

L’emorragia non si ferma per Treviso nella fase iniziale del secondo quarto, Logan e compagni non ingranano in attacco e la difesa di Reggio recupera palloni a raffica tramutandoli in facili canestri: il break è devastante, Upshaw, Fontecchio e Candi (tripla) non lasciano scampo alla difesa trevigiana nonostante la zona e i time out chiesti da coach Menetti. 11-2 il parziale-shock della squadra ospite, rotto da una schiacciata di Parks.

La tripla di Johnson, però, manda Treviso a -18 (19-38) al 14′. La De’ Longhi Treviso torna a uomo e aumenta l’aggressività, la carica del pubblico del Palaverde regala una reazione (23-38), interrotta dal time out di coach Buscaglia.

Time pout con Buscaglia

Parks segna cinque punti in fila e riporta entusiasmo tra le fila biancocelesti (26-40 al 15′). Continua l’ondata trevigiana grazie a un’altra tripla di Nikolic, ma Johnson-Odom (10 punti nel secondo quarto) continua a bombardare e tiene sotto una TVB che nonostante il divario ora gioca con uno spirito combattivo. Reggio Emilia trova punti da tutti i suoi effettivi, Pardon sigla il nuovo +18 (29-47) al 17′.

David Logan prova ad accendersi da lontano, segna 8 punti consecutivi (due triple e morbido jump) per il 37-49 che riaccende gli animi. Si va al riposo lungo con Reggio Emilia avanti 37-52, grazie a percentuali da favola (11/15 da due e 7/13 da tre).

Al rientro dall’intervallo lungo ricominciano le ostilità e Isaac Fotu come a inizio gara fa impazzire i difensori emiliani con i suoi gancetti: è suo il -14 (al 22′). Ancora Fotu, scatenato, va a rimbalzo d’attacco e segna, poi Cooke in entrata riporta la De’ Longhi a -11 (47-58 al 23′) e costringe al time out la panchina ospite.

Le percentuali-monstre della Grissin Bon fatalmente scendono rispetto ai primi 20′ e la gara si fa più equilibrata. Poeta però fa valere la sua esperienza e innesca prima Owens e poi Upshaw ed è ancora -16 (47-63). Tessitori con un gioco da tre punti ricuce (50-63), ma la strada è ancora in salita.

La rende più dolce Charles Cooke con una tripla dall’angolo per il -10 (53-63 al 25′), mentre l’ambiente si surriscalda sul terzo fallo di Nikolic a metà campo. Fotu è “on fire”, segna la tripla che fa scendere il vantaggio ospite sotto la doppia cifra (56-65).

Il Palaverde è una bolgia e la De Longhi ci mette il cuore per tornare sotto. Ne fa le spese Tessitori (3° fallo), ma capitan Imbrò innesca Jordan Parks per la tripla del -6 che fa esplodere il pubblico al 27′. La partita si infiamma, c’è un tecnico a coach Menetti, poi uno a Pardon, Imbrò segna il tiro libero del 60-66, poi Uglietti e Fotu dopo una serie di grandi difese di squadra accorciano ancora per il 63-66 (26-14 il parziale del terzo quarto) che dà speranza in vista dell’ultimo periodo.

Il pareggio in avvio di quarto periodo, con la tripla di un Jordan Parks in grande spolvero, è salutato come un gol al Palaverde, 66-66 e inizia un’altra partita. Si combatte a spada tratta ed entrano in scena i gladiatori: Uglietti recupera, Matteo Chillo (ottimo ingresso nell’ultimo quarto) segna e poi subisce sfondamento, la De’ Longhi Treviso dopo una gara tutta di rincorsa ora con carattere e grinta da vendere è avanti 68-66; time out di coach Buscaglia al 32′.

Fontecchio pareggia da sotto per gli ospiti, ma Parks è indemoniato: segna da tre, poi vola in contropiede e TVB sale a +5 (73-68) al 34′. La squadra di coach Menetti continua a difendere con tanta aggressività e il quintetto “piccolo” con Parks e Chillo sotto è la carta vincente del coach trevigiano. Reggio non segna più, Treviso scappa via con Cooke (75-68 al 35′), poi ancora Parks (finirà con 25 punti, 15 nell’ultimo quarto!) allunga a +9, massimo vantaggio (77-68).

Gli italiani della città del Tricolore fanno tornare ossigeno in casa reggiana (77-72); time out di TVB con 4′ esatti da giocare.

Johnson riporta i suoi a -3, ma Aly Nikolic (15 punti, 9 nell’ultimo quarto) con una tripla ricaccia indietro gli ospiti, 80-74 al 37′. Gli ultimi 3′ minuti sono una lotteria, dove la De’ Longhi può contare su un Parks in grande vena, a cui risponde Johnson-Odom con due soluzioni vincenti: 82-80 a 2′ dalla fine.

Nikolic inventa un’altra tripla, stavolta allo scadere dei 24″ (85-80), poi replica con grande personalità per l’88-81 con 1 minuto da giocare.

Fontecchio commette il quinto fallo (più fallo tecnico) e il pubblico può festeggiare dopo la tripla di un immenso Parks una De Longhi Treviso che vince in rimonta una grandissima partita: 91-83 il finale di un grande match della squadra di coach Menetti !

Per la Grissin Bon amarissimo rientro negli spogliatoi.

Coach Buscaglia non si nascone nel dopo partita “ Dove non c’è tecnica bisognerebbe avere grinta e a noi è mancata. Dovevamo fare qualcosa di diverso e giocare più da team. Possibile che manchi un leader ”; l’ammissione che il problema della Grissin Bon non è affatto piccolo.

Questa sconfitta impone, deve imporre, una seria riflessione a giocatori, staff e società.

IL TABELLINO

DE LONGHI TREVISO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 91-83

DE LONGHI TREVISO: Tessitori 7, Logan 10, Alviti, Nikolic 15,  Parks 22, Imbrò 1, Chillo 2, Uglietti 5, Severini, Fotu 17, Cooke III 9. Allenatore: Menetti.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Johnson-Odom 20, Fontecchio 13, Pardon 2, Candi 3, Poeta 12, Vojvoda 11, Infante, Soviero, Owens 10, Upshaw 12, Diouf, Mekel. Allenatore: Buscaglia.

Arbitri: Lanzarini, Paglialunga, Noce.

Parziali: 15-24; 37-52; 63-66.

Note: fallo tecnico a Cooke III al 27′. Fallo tecnico a Pardon al 28′. Fallo tecnico a Fontecchio che esce anche per falli al 39′

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.