Andrea Papini
Le storie del pianista jazz cieco in un libro di Serena Corsi
Reading musicale dai Libri di Sam

Giovedì 5 dicembre, alle 18 alla libreria Libri di Sam di Reggio Emilia (in via del Carbone 1/c) è in programma il reading musicato del libro “Lasciar suonare una farfalla. Storie di Andrea Papini”(ed. Abao Aqu): l’appuntamento, promosso dall’associazione Iniziativa laica aps, vede la partecipazione dell’autrice Serena Corsi e del musicista Andrea Papini.

“ un tempo feroce e privo di memoria – spiegano da Iniziativa laica – ci piace opporre un libro cosparso in ogni sua riga, di un tenero “pulviscolo di gentilezza”, di un attardarsi sulle persone riconoscendole, dove i riferimenti ai luoghi sono attenti alle vite che li abitano.

Un racconto che, a contatto diretto col reale, si snoda senza enfasi intorno a un autentico talento e alla sua peculiarità espressiva. 

Andrea Papini



IL LIBRO – Questa non è la storia di Andrea Papini, pianista jazz e cieco. Questa è la storia di Andrea, ma è anche un’avventura swing: il racconto di un uomo cieco e l’ascolto di una donna che per vedere usa gli occhi del corpo. Un distillato di confidenze musicali, ma anche un caleidoscopio di pomeriggi, attraverso tutte le stagioni, lungo nove mesi, tra le piazze e i caffè di quella città squadrata e operaia, popolare e sospesa che si chiama Reggio Emilia. Emergono in questo canto per due e più voci, personaggi di tutto riguardo: da Thelonius Monk a Lucio Dalla, dalla nonna Enrica a Pirandello, dalla signorina Maria Campagna a Eduardo Galeano, dalla piccola N al grande Sam. E tantissimi altri, e persino qualcuno di noi.

Serena Corsi vive a Reggio Emilia con la piccola N, in una casa senza tende. Ama ascoltare storie e prendere nota degli avvenimenti cosiddetti sincronici, conosciuti anche come coincidenze. Dopo aver ideato la collana Il Calderone ha deciso, su richiesta del suo editore, di pubblicare qui, in questo modo, il suo primo libro tutto intero.
Andrea Papini, noto pianista jazz, ha avuto molti maestri, di cui ben tre di nome Marcello. Da 25 anni è allievo e collaboratore di Barry Harris, storico esponente del bepop. Ama ascoltare il silenzio che c’è quando nevica .

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.