Albanese fornisce falso nome e cerca di fuggire: già espulso e ricercato , deve scontare 4 anni e 4 mesi di carcere

15/12/2019 – Lo hanno notato mentre si aggirava guardingo nei pressi del supermercato Conad di Novellara, ma lui quando ha visto i carabinieri si è allontanato per evitare i controlli.

Raggiunto dalla pattuglie dei militari del paese, ha fornito a voce le proprie generalità, affermando di non avere documenti con sè. Quando ha capito che volevano portarlo in caserma è scappato di gran carriera per le vie del paese. Raggiunto e bloccato, dall’esame delle impronte digitali e ricostruita la sua vera identità si è compresa la ragione di tale comportamento: era un albanese ricercato non solo in Italia. A uno dei vari alias era collegato un ordine di carcerazione emesso lo scorso mese di Febbraio dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura di Pavia: l’albanese deve scontare una pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione per il reato di ricettazione. Già espulso con accompagnamento alla frontiera, non non poteva tornare in Italia. Per questi motivi con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, false dichiarazioni sulla propria identità personale e violazione sulle norme del reingresso in Italia i carabinieri di Novellara hanno arrestato Elvis Ballhysa alias Romeo Ballhysa, 35 anni. L’uomo, fermo restando gli esiti della convalida dell’arresto, resterà in carcere per almeno 4 anni e 4 mesi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.