L’amaro Natale della Pallacanestro
Ennesimo crollo di una squadra senz’anima

DI PAOLO COMASTRI

22/12/2019 – Crollo, l’ennesimo, della Grissin Bon sempre più squadra davvero senz’anima.

85 – 104 il risultato finale contro una Venezia certamente non irresistibile, e lo dimostrano i primi due quarti di gioco dove la Pallacanestro Reggiana ha tenuto testa ai Campioni d’Italia, ma capace di di una percentuale da 3 stupefacente, 65%.

Ma non è questa la sola causa dell’affondamento impietoso della nave biancorossa sia in palese ed evidente crisi difensiva che incapace, e forse è questo il dato più preoccupante, di reggere mentalmente per 40 minuti e pure deficitaria anche a rimbalzo, 26 contro 40.

Ennesima prestazione deludente, eufemisticamente parlando, di quel Darius Johnson-Odom nella passata stagione vero e proprio salvatore della patria biancorossa ora solo un giocatore che vaga per il campio non è ben chiaro a fare cosa…….

Aggiungiamo anche la mancanza di un leader che sappia prendere la squadra per mano, che possa essere il vero alter ego in campo di coach Buscaglia, peraltro pure lui in evidente difficoltà nel riuscire a dare una precisa identità alla squadra

Insomma Natale amarissimo per la Grissin Bon che oltre a tutto con questa legnata deve dire addio alle Final Eight, uno degli obiettivi di questa stagione, l’altro, a questo punto, è,…sarebbe, la salvezza……

Il film di questa amarissima sconfitta racconta che i quintetti alla palla a due sono per Reggio Mekel, Vojvoda, Fontecchio, Upshaw e Owens, mentre per Venezia Stone, Bramos, Chappell, Mazzola e Watt. La Reyer parte forte col tiro dall’arco, ma i biancorossi restano concentrati e la gara scorre sui binari dell’equilibrio.

Dopo aver sfruttato il contropiede Buscaglia si affida ad un quintetto piccolo, che patisce un po’ sotto le plance. Un paio di errori di Johnson-Odom non incidono più di tanto sul punteggio he al 10′ recita 29-30.

Nel secondo quarto di gioco Venezia con due lunghi di ruolo, Watt e Vidmar mette in difficoltà i biancorossi sotto le plance, che resistono, ma che devono però incassare il terzo fallo di Upshaw al 14′. La Reyer intanto ha già infilato 7 triple contro le 3 di Reggio che risponde con un ottimo 76% da due punti.

Anche Johnson-Odom si macchia del terzo fallo e gli ospiti ne approfittano per un mini break che porta al massimo vantaggio tra le due squadre sul 43-49.

La Grissin Bon però pareggia ed il finale del tempo lo disputa con i due play contemporaneamente in campo, mossa peraltro non proprio azzeccata viste le due clamorose palle perse; ad ogni buon conto la sirena suona sul 52-58.

Vanno però segnalati i tiri liberi assegnati a Venezia, ben 21 contro i 9 alla Pallacanestro Reggiana.

Al rientro dell’intervallo lungo Buscaglia tiene in panchina Upshaw ad inizio ripresa con un super Candi che firma il sorpasso, ma la Reyer è squadra solida in tutti i reparti e sa punire impèlacabilmente gli errori di Reggio che nonostante tutto resta incollata ad una squadra che tira col 61% da tre.

Fontecchio deve uscire per un problema muscolare nel momento in cui la Grissin Bon sta faticando tnon poco a trovare il canestro e si ritrova al -11 sul 63-74. La penultima sirena sancisce il 70-79.

E arriviamo all’ultima frazione di gioco; fin da subito Venezia prova a controllare le linee di passaggio e a chiudere l’area per portare a casa la vittoria e vola al +16 sul 70-86, mentre la Grissin Bon sembra aver perso soprattutto le energie mentali, come evidenziato da una palla persa in modo davvero incomprensibile da i Johnson-Odom, da alcune, troppe, disattenzioni in difesa e dalla confusone in attacco.

Buscaglia spende il suo ultimo timeout, ma la squadra non ha margini di reazione e lo si vede anche dal fatto che la Reyer anche sopra di 20 si getta su ogni pallone vagante.

Finisce malissimo per Reggio che perde 85-104.

IL TABELLINO

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – UMANA VENEZIA 85-104

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Johnson-Odom 11, Fontecchio 10, Pardon 7, Candi 10, Poeta 3, Vojvoda 13, Infante, Soviero, Owens 18, Upshaw 4, Diouf, Mekel 9. Allenatore: Buscaglia.

UMANA VENEZIA: Casarinc2, Stone 6, Bramos 12, Tonut 4, Daye 17, De Nicolao 10,  Vidmar 9, Chappell 12, Mazzola 8, Pellegrino, Cerella 3, Watt 21. Allenatore: De Raffaele.

Arbitri: Vicino, Quarta, Galasso.

Parziali: 29-30; 52-58; 70-79

Note: fallo antisportivo a Johnson-Odom al 7′ e a Vidmar al 24′.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.