Scoperti quattro trattori rubati
in capannone sotto sequestro a Fabbrico
Dove sono finiti i gessi di defecazione contaminati?

13/11/2019 – Gli agenti del Distaccamento della Polizia Stradale di Guastalla hanno scoperto quattro trattori agricoli rubati e nascosti in un capannone alle porte di Fabbrico, una stuttura già sottoposta a sequestro preventivo da parte del Tribunale di Reggio Emilia perché lì venivano stoccasti rifiuti tossici. Si tratta, a quanto si è appreso, di un capannone usato come deposito cosiddetti “gessi di defecazione” contaminati (ben quindicimila tonnellate) che dovevano finire nei terreni agricoli della bassa: un caso portato alla luce due anni fa da un’indagine dei Carabinieri Forestaliche ha avuto risonanza nazionale.

La Polstrada, nel corso del normale servizio di pattugliamento , ha controllato il capannone sotto sequestro perchè sull’erba dell’area circostante apparivano evidenti le tracce del passaggio recente di autoveicoli.

Due dei trattori scoperti a Fabbrico: il capannone dei gessi contaminati appare svuotato

Così nella struttura venivano rinvenuti quattro trattori, per un valore commerciale di circa centomila euro, rubati in aziende agricole del mantovano. Le macchine sono state restituite ai legittimi proprietari, chiamati sul posto.

La questura di Reggio Emilia precisa che “sono in corso accertamenti finalizzati ad individuare gli autori dei furti ed a verificare la posizione dei proprietari dei capannoni dove i mezzi sono stati rinvenuti”.

Resta da chiarire se i gessi di defecazione sotto sequestro nel capannone siano ancora lì oppure se, violati i sigilli del sequestro, qualcuno non li abbia fatto sparire in tutto o in parte nei campi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *