Fermati a Roteglia due bosniaci con l’armamentario per aprire porte e scassinare casseforti

9/11/2019 – Alla vista di una pattuglia dei Carabinieri hanno cercato di allontanarsi dalla zona residenziale a Roteglia di Castellarano afflitta negli ultimi mesi dai raid di ladri e topi d’appartamento. Per questo due bosniaci domiciliati a Guastalla sono stati fermati e minuziosamente perquisiti da una pattuglia dei carabinieri, alla luce dei precedenti di polizia di entrambi per reati contro il patrimonio e per il fatto che avevano in uso una viaggiaviano Clio segnalata come autovettura da controllare in quanto di proprietà di pregiudicato  che è solito prestare le auto per spedizioni ladresche. E infatti nella macchina i carabinieri hanno trovato un kit completo di attrezzi da scasso (una chiave bulgara, forbici per elettricista,. cacciaviti  ricurvi idonei per praticare scassi e un flessibile a batteria di forte potenza con relativi accessori e dischi diamantati utilizzato anche per aprire casseforti), con due paia di guanti e due passamontagna. 

Portati in caserma, i bosniaci di 19 e 28 anni sono stati denunciati alla Procura di Reggio Emilia con l’accusa di possesso di strumenti atti allo scasso. Tutto sequestrato anche l’auto che, neanche a dirlo, viaggiava senza assicurazione e non revisionata.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *