Cinghialino prigioniero in una stalla: denunciato pensionato di Villa-Minozzo

4/11/2019 – I carabinieri forestali della stazione di Castelnovo Monti hanno sequestrato un cinghialino dicinque mesi, allevato in cattività da un pensionato di 63 anni di Villa-Minozzo, in violazione delle norme che prevedono l’autorizzazione per l’allevamento di tali esemplari. L’esemplare è stato trovato nella stalla di proprietà dell’uomo, sul quale ora pende una denuncia alla Procura di Reggio emilia per detenzione non autorizzata di esemplari di fauna pericolosa.

Il giovane cinghiale è stato affidato al centro recupero fauna selvatica “Rifugio Matildico” di San Polo d’Enza.

Il pensionato ha spiegato di averlo trovato mentre addestrava il suo cane.

I carabinieri forestali procedono con gli avvertamenti per verificare se il possesso del cinghiale sia in qualche modo da ricondurre un’ attività di bracconaggio, magari posta in essere da terze persone.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *