Chiamale, se vuoi, emozioni da infarto: la Reggiana piega Vis Pesaro 2-1 alla fine, ed è terza in classifica

DI PAOLO COMASTRI

18/11/2019 – Senza scomodare il grande Lucio Battisti, “ Tu chiamale se vuoi…emozioni…”, di certo i 6 mila 300 spettatori, 6 mila 345 paganti per la precisione, presenti sugli spalti del Mapei Stadium per Reggiana Vs Vis Pesaro, non si sono certo annoiati.

Dallo sconcerto iniziale per vedere una formazione granata mandata in campo ad una sola punta, all’autogol di Espeche al 21,o del primo tempo che regalava il provvisorio vantaggio ad una Vis Pesaro per nulla intimorita ed arrendevole, per passare dal pareggio di Ettore Marchi al 28,o della seconda frazione di gioco per finire con il grande gol del 2 – 1 siglato da Kargbo dopo 22 secondi dall’inizio dei minuti di recupero decretati dall’arbitro Mario Saia di Palermo.

Morale della favola; secondo successo consecutivo casalingo dopo il 90’ e soprattutto terzo posto in classifica, in solitaria, con Vicenza e Sudtirol rispettivamente a tre e due lunghezze dai granata; trenta punti in 15 partite, equivalente ad una media, se la matematica non è un’opinione, di due punti a gara…..media promozione per chi non l’avesse compreso…

Poche occasioni create dalla Reggiana soprattutto nel primo tempo, ancor meno da una Vis Pesaro che però si è trovata clamorosamente in vantaggio grazie alla conclusione di Voltan, deviata in modo netto da Espeche con il pallone infilato sotto la traversa alle spalle di un incolpevole Narduzzo.

Il difensore ex Gubbio è stato grande protagonista perché, dopo l’infortunio dell’autogol, è salito in cattedra nel secondo tempo insieme a Kargbo: l’argentino ha regalato il doppio assist per entrambi i gol dei granata.

“ Tu chiamale se vuoi…emozioni…”, davvero-.

A dir poco raggiante a fine partita mister Alvini a cui però non sono piaciuti dei fischi del pubblico, a nostro avviso giustificati, piovuti in campo nel primo tempo; “…In questo momento abbraccerei tutti i miei giocatori. Kargbo esterno ? Una mossa che ci ha fatto vincere la partita. Espeche ? È un grande uomo come lo sono tutti i suoi compagni».

Il tabellino

REGGIANA – VIS PESARO 2-1

Marcatori: pt 21′ aut. Espeche; st 28′ Marchi (R), 45+1′ Kargbo (R).

REGGIANA (3-4-2-1) Narduzzo; Espeche, Rozzio, Costa; Kirwan, Rossi, Varone, Favale (23′ st Brodic); Staiti (33′ st Radrezza), Zanini (1′ st Kargbo); Marchi. A disposizione: Voltolini, Santovito, Martinelli, Haruna, Libutti, Iaquinta, Muro. Allenatore: Massimiliano Alvini.

VIS PESARO (3-5-2) Bianchini; Gennari, Gianola, Farabegoli; Pannittieri (33′ st Campeol), Paoli, Gabbani, Ejjaki (39′ st Tessiore), Pedrelli; Grandolfo (23′ st Tascini), Voltan. A disposizione: Golubovic, Lelj, Botta, Romei, Gomes Ricciulli, Di Nardo, Adorni, Malec. Allenatore: Simone Pavan.

Arbitro: Mario Saia di Palermo (Gabriele Bertelli di Busto Arsizio e Fabrizio Giorgi di Legnano).

Note – Spettatori 6.345. Incasso di 33.371 euro. Angoli 8-2 per la Reggiana. Ammoniti Gennari, Bianchini, Staiti. Recupero: 2′ nel primo tempo.

Paolo Comastri

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.